Gasbarroni e Polenghi alla Giana

La società A.S. Giana Erminio comunica la conclusione degli accordi con i giocatori Andrea Gasbarroni e Tiziano Polenghi, che oggi hanno firmato il contratto che li legherà alla società fino al 30 giugno 2015.

Andrea Gasbarroni, trequartista che predilige il ruolo di seconda punta, è nato a Torino il 6 agosto 1981 e si è formato nel settore giovanile della Juventus sino alla categoria Primavera. Ha esordito in Prima Squadra con il Varese in C1 nella stagione 2001/2002, per poi passare direttamente nella serie cadetta con la Sampdoria la stagione successiva. Sempre in Serie B è poi passato al Palermo, con cui ha conquistato la promozione in Serie A e quindi ha trascorso otto stagioni nella massima serie vestendo le maglie della Sampdoria, del Parma, del Genoa e del Torino. Dopo altre due stagioni in Serie B con il Torino, dalla stagione 2012/13 è passato al Monza, club dal quale si è svincolato poco dopo la metà di gennaio per approdare alla Giana Erminio, con la quale ha svolto oggi il primo allenamento agli ordini di mister Cesare Albè. «Ci ho messo poco a capire che si tratta di una società fatta da persone per bene – ha dichiarato Gasbarroni nel corso della presentazione alla stampa – Per come sono fatto io questo è l’ambiente ideale, pieno d’umiltà, ma dove si vede che le cose si fanno per bene. Il grande blasone non mi interessa, voglio solo essere utile alla squadra. La società è fondamentale: questo è un gruppo vincente, che mi ha accolto benissimo! Il Monza? Non nascondo che ho patito ad andar via, perché pensavo che avrei finito lì la mia carriera. Ma quello di quest’anno non era più il Monza».

Presentato anche Tiziano Polenghi, difensore nato a Vizzolo Predabissi (MI) il 26 settembre 1978 e cresciuto calcisticamente nell’Inter, a partire dai Pulcini sino all’esordio in Prima Squadra. Passato in C1 al Castel di Sangro, Polenghi ha poi passato sei stagioni al Novara, conquistando la promozione dalla C2 alla C1. Del 2005 il trasferimento alla Salernitana in Serie B e dalla stagione successiva Polenghi ha vestito la maglia del Lecce per cinque stagioni, tra Serie A e B. Polenghi trascorre poi due stagioni con il sassuolo in Serie B, per poi arrivare alla Cremonese in C1 nella stagione 2011/12. Insieme a Gasbarroni, Polenghi trascorre le due stagioni successive al Monza, club con il quale non rinnova al termine della stagione scorsa, per approdare al Sant’Arcangelo in Lega Pro Unica. «La trattativa con la Giana è stata velocissima: volevo convincere Gasbarroni a venire al Sant’Arcangelo e invece ieri mattina, quando ci siamo parlati, è stato lui a convincere me a venire qui a giocare – ha rivelato Polenghi in conferenza stampa – Io ho famiglia e abito a Milano, non ho esitato a fare subito le valigie. Il mio obiettivo? Ho fatto qualche gol in carriera, ma il mio obiettivo primario è non farne prendere alla squadra».

«Con Gasbarroni ci siamo intesi in pochissimo tempo, perché prima del calciatore viene l’uomo – ha commentato Cesare Albè nel corso della presentazione – ma sono certo che porterà anche tanta qualità ed esperienza. È un classico ed estroso numero 10! E Gasbarroni mi ha consigliato vivamente Polenghi, un elemento al quale avevamo pensato sin da quest’estate, perché giocatore di personalità e di spogliatoio. Spero che insieme facciano fare il salto di qualità alla squadra, anche dal punto di vista di un’infusione di fiducia».

Angelo Colombo, responsabile della gestione e da oltre quarant’anni alla Giana, non nasconde l’emozione: «Reputo un onore che due giocatori così abbiano dato la loro disponibilità a questa società e nel contempo ringrazio ancora una volta il presidente Bamonte che a propria volta ci ha dato la disponibilità per poterli avere con noi. L’obiettivo da raggiungere è il mantenimento di questa categoria, anche in questo momento, anche se quando si perde rimane un po’ d’amaro in bocca, ma non serve farci prendere dall’ansia. Quindi non mi resta che ringraziarli e accoglierli come se fossero qui da anni».

Attachment

20150128_180358