Giana-Bassano 1-2

Ventiduesima giornata di campionato, terza di ritorno, con la Giana che ha accolto il Bassano terzo in classifica, lasciandogli tutta la posta in palio nonostante una buona prestazione

Parte subito all’attacco il Bassano e al 1′ guadagna una punizione dai 30 m, che va ampiamente alta sopra la traversa. Risponde senza timore la Giana, alzando il pressing in contropiede e alzando subito il ritmo della gara. Al 7′ primo angolo per i padroni di casa, con Crotti al tiro per la testa di Montesano, ma Rossi si fa trovare pronto e blocca fra le mani. Al 12′ occasione sfiorata per la Giana, con Rossini davanti al portiere, anticipato di un difensore del Bassano, che di testa sfiora la propria traversa. Nel calcio d’angolo che segue, Crotti aggancia al volo, ma manda alta. Al 21′ una punizione per il Bassano viene messa in mezzo e Toninelli di testa cerca la porta, ma Paleari para in due tempi senza problemi. Al 26′ occasione Bassano, con Semenzato che da posizione centrale aggancia al volo un pallone giocato in area e scaglia verso la porta, ma la palla finisce a lato. Al 38′ Solerio serve Crotti al centro, il quale da fuori area tira sul primo palo e Rossi para in tuffo. Al 44′ tiro rasoterra di Iocolano dal limite dell’area, che Paleari para all’angolino basso, ma non passa un minuto che ancora Iocolano dalla destra del portiere tira un bolide che finisce di poco alto sopra la traversa. Finisce senza recupero la prima frazione di gioco.

Ripresa con il Bassano all’attacco, che si rende subito pericoloso con un pressing molto alto, ma al 3′ la Giana conquista il quarto angolo della gara, con Augello che crossa in mezzo e Rossi che esce coi pugni. All’11’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore del Bassano, Iocolano prova un rasoterra che esce di poco alla sinistra di Paleari. Ancora Iocolano al 14′ che aggancia una palla al limite dell’area e di punta tira in porta, ma Paleari c’è. Al 16′ calcio di punizione per la Giana, con Marotta al tiro e cross in mezzo per Bonalumi, che di testa impegna Rossi in tuffo per la deviazione in angolo. Al 17′ su angolo del Bassano Semenzato dalla destra di Paleari e distanza ravvicinata spreca calciando alto. Al 19′ si sblocca la partita: altro angolo per il Bassano, con la palla che supera Paleari, arriva sul secondo palo e viene contesa sulla linea di porta tra Augello e Semenzato, colpisce la traversa interna ed entra nella rete. Nemmeno il tempo di rendersene conto che un minuto più tardi Montesano perde palla sulla trequarti e consente una discesa sulla fascia sinistra di Cortesi, che riesce a mettere in mezzo per Pietribiasi, il quale insacca per il raddoppio. Al 24′ mister Albè cambia e inserisce Perna al posto di Rossini. Dopo 5′ doppio cambio per la Giana, con Spiranelli che rileva Solerio e Di Lauri al posto di Pinto. Al 30′ Nolè ha una ghiotta occasione: correndo inseguito da Perna riesce a tirare dal centro dell’area, ma butta fuori. Al 32′ cambia ancora il risultato: il neoentrato Spiranelli dal limite dell’area carica il sinistro e tira un bolide direttamente all’angolino, dove Rossi non può arrivare. Partita riaperta con il primo gol della stagione per Spiranelli: seguono due corner per la Giana nel giro di un minuto, con i ragazzi di Albè che si gettano a capofitto per recuperare la partita. Al 35′ anche Asta esaurisce i cambi, inserendo Maistrello al posto di Pietribiasi. Nel recupero bella parata di Paleari, che attende Nolè in discesa solitaria e gli sradica la palla dai piedi con le mani. Minuti finali di grande intensità agonistica, ma la gara termina con la sconfitta della Giana, che però esce dal campo tra i cori dei tifosi e gli applausi del pubblico.

«Un gol stranissimo, il primo, e poi dopo un minuto il secondo, a causa di qualcosa che non ha funzionato sulla nostra fascia sinistra. La gara qui sembrava chiusa, invece è stata riaperta dal bel gol di Spiranelli, ma avremmo potuto fare anche di più – commenta Cesare Albè a fine gara – Il Bassano è una squadra velocissima, che non a caso è in alto in classifica, e l’abbiamo contrastata bene fino al primo gol, ripeto davvero strano. Non rimprovero nulla ai ragazzi, ma il minimo errore si paga. Questa formazione è la stessa di sabato scorso e ci sembrava che potesse contrastare bene una squadra come il Bassano. Così è stato, ma davanti abbiamo fatto davvero tanta fatica.»

GIANA ERMINIO-BASSANO VIRTUS 1-2

Marcatori: Semenzato 19′ st, Pietribiasi 20′ st, 32′ st Spiranelli

Giana Erminio: Paleari, Sosio, Solerio (Spiranelli 29 st), Marotta, Bonalumi, Montesano, Rossini (Perna 24′ st), Pinto (Di Lauri 29′ st), Sarao, Crotti Augello. A disp: Ghislanzoni, Perico, Bardelli, Di Lauri, Biraghi, Spiranelli, Perna. Allenatore: Cesare Albè.

Bassano Virtus: Rossi, Toninelli, Semenzato, Cenetti, Priola, Bizzotto, Furlan (Cortesi 10′ st), Proietti, Pietribiasi (Maistrello 35′ st), Iocolano, Cattaneo. A disp. Grandi, Stevanin, Davì, Zanella, Cortesi, Nolè, Maiestrello. Allenatore: Antonino Asta.

Direttore di gara: Sig. Livio Marinelli di Tivoli. Assistenti: Sig.ri Marco Bremes e Francesco Semperboni di Bergamo.

Recupero: 0′ pt, 3′ st

Angoli: 8-5

Ammoniti: Toninelli 34′ pt

Attachment

20150124_164456