Giana Erminio-Bassano Virtus 2-2

Sesta giornata di campionato, seconda consecutiva in casa per la Giana Erminio, che accoglie la capolista imbattuta Bassano e, in una gara a dir poco scoppiettante, le squadre si dividono la posta in palio pareggiando 2-2

La gara parte subito a ritmi piuttosto alti e al 2′ arriva la prima conclusione per gli ospiti, targata Stevanin dalla distanza, ma Paleari non ha alcuna difficoltà a bloccare la palla tra le braccia. Al 6′ è la volta della Giana, con il tiro-cross di Augello dalla sinistra che chiama Rossi all’uscita dai pali. Al 10′ arriva il primo corner della gara, in favore della Giana, con Biraghi dalla bandierina: il cross si trasforma in occasione arrivando sui piedi di Bonalumi, che in tuffo prova il calcio al volo, ma la palla si spegne a lato. Siamo al 15′ e una punizione dalla trequarti in favore della Giana vede Augello crossare in area, ma Rossi anticipa tutti uscendo con i pugni ad allontanare il pallone. Al 17′ secondo corner per la Giana, con Augello che crossa in mezzo, Rossi smanaccia per allontanare e Bonalumi in tuffo di testa sfiora il vantaggio, con Rossi nuovamente chiamato ancora alla parata. Al 21′ punizione per il Bassano dai 30 m: Iocolano mira direttamente la porta, ma Bruno devia in angolo, da dove Proietti calcia in mezzo e Barison aggancia di testa, ma la palla finisce a lato. Una rimessa di Paleari viene intercettata a centrocampo e la palla arriva a Falzerano, che calcia sull’esterno della rete. Botta e risposta ed è la Giana ad arrivare in area, dove c’è ancora Bonalumi a raccogliere la palla dalla destra, ma il tiro è alto sopra la traversa. Ma il gol è nell’aria e al 26′ arriva il vantaggio biancazzurro: Solerio porta la palla in area dalla sinistra e la raccoglie Rossini, che da distanza ravvicinata gonfia la rete. Al 37′ ecco il pareggio, con Iocolano che cattura la palla sulla trequarti servito da Misuraca e s’invola da solo verso la porta e, tu per tu con Paleari, non sbaglia. I ritmi continuano alti, ma nei minuti di recupero viene espulso Davì a causa del secondo giallo per fallo ai danni di Augello.

La ripresa comincia senza cambi, con il Bassano in dieci uomini. Al 5′ arriva un corner per il Bassano, ma Paleari blocca senza problemi. Al 10′ grandissima occasione per la Giana, con Bruno che aggancia in area una palla al volo e in girata scaglia di potenza a colpire il palo. La Giana alza il pressing, forte della superiorità numerica, ma il Bassano resiste strenuamente, rendendosi a tratti pericoloso. Al 22′ Mister Albè effettua due cambi, sostituendo il capitano Biraghi con il vicepitano Marotta e l’autore del gol Rossini con Perna. Al 29′ altra occasione per la Giana con Cogliati, che aggancia il cross di Solerio, deviato da Bruno di testa e dalla destra in spaccata tira sfiorando la traversa. La gara si accende da ambo le parti e al 33′ è ancora Augello a crossare per Bruno, che di testa cerca la rete, ma la palla si spegne di poco a lato. Ultimo cambio per la Giana, con il giovane attaccante Romanini che al 37′ rileva Cogliati. Ed è proprio Romanini l’autore del raddoppio della Giana, che arriva al 40′ quando l’attaccante appena entrato è lesto a ribadire in rete una ribattuta di Rossi. Subito dopo il Bassano rimane in nove uomini per l’espulsione di Proietti per proteste. Al 44′ arriva però un rigore per il Bassano, a causa di un fallo di Montesano su Fabbro: Germinale dal dischetto non sbaglia e riporta il risultato in parità. La tensione è alle stelle, ma dopo oltre 5′ di recupero la gara finisce con un punto a testa.

«Delusi… ma il calcio è emozione e quella di stasera è stata una partuta combattuta – commenta mister Albè in sala stampa – quando mancavano 4′ ci avevamo fatto un pensierino sulla vittoria, ma ancora una volta si dimostra che a questi livelli la più piccola distrazione la paghi: il rigore di Montesano è un’ingenuità, un errore individuale che ci sta, ma sono ancora più scontento per come abbiamo preso in contropiede il primo gol. Il Bassano è comunque una gran bella squadra, che se è in testa dall’anno scorso vuol dire che ha della qualità e che arriverà sino in fondo. Noi non so dove arriveremo, ma in campo ci siamo anche noi!»

GIANA ERMINIO-BASSANO VIRTUS 2-2

Giana Erminio: Paleari, Perico, Solerio, Pinto, Bonalumi, Montesano, Rossini (Perna 22′ st), Biraghi (Marotta 22′ st), Bruno, Cogliati (Romanini 37′ st), Augello. A disp: Sanchez, Sosio, Costa, Polenghi, Grauso, Sanzeni, Greselin, Brambilla, Perna, Capano, Marotta, Romanini. Alelnatore: Cesare Albè.

Bassano Virtus: Rossi, Toninelli, Stevanin, Davì, Bizzotto, Barison, Falzerano (Cenetti 11′ st), Proietti, Pietribiasi (Germinale 23′ st), Misuraca, Iocolano (Fabbro 32′ st). A disp: Costa, Bortot, Zanella, Semenzato, Cenetti, Gargiulo, Voltan, Fella, Candido, Germinale, Fabbro. Allenatore: Stefano Sottili.

Direttore di gara: Sig. Gianni Bichisecchi di Livorno. Assistenti: Alessio Saccenti di Modena e Antonio Spensieri di Genova

Marcatori: Rossini 26′ pt, Iocolano 37′ pt, Romanini 40′ st, Germinale 44′ st rig

Recupero: 2′ pt, 5′ st

Angoli: 2-3

Ammoniti: Davì 32′ pt, Biraghi 3′ st, Proietti 9′ st, Iocolano 17′ st, Pinto 33′ st, Misuraca 48′ st, Bonalumi 48′ st

Espulsi: Davì 47′ pt, Proietti 41′ st

Attachment

20151010_195558_resized