GIANA ERMINIO-OLBIA 1-0

GIANA ERMINIO-OLBIA 1-0

La 27a giornata di campionato Lega Pro, 8a del girone di ritorno, che coincide con la “prima” dell’Olbia al Comunale “Città di Gorgonzola” e la quarta vittoria della Giana davanti al pubblico amico.

Primo Tempo 0-0, la Giana colpisce un legno: Partenza di studio fra le due squadre, ma al 2’ la Giana conquista un calcio di punizione dai 28 metri: Pinardi sul pallone crossa in area e Okyere di testa impegna seriamente Ricci in tuffo per la deviazione in corner. Al 4’ prova l’affondo l’Olbia, con Capello che crossa dalla destra e Cossu che aggancia al volo, ma manda alto. Subito il ribaltamento di fronte e Bruno cavalca sulla fascia appoggiando per l’accorrente Chiarello, ma Ricci lo anticipa di pochissimo. All’11’ calcio di punizione per l’Olbia dai 25 metri, palla a Cossu, ma la retroguardia di casa allontana. Al 13’ Cossu ci riprova con una gran botta dalla distanza che finisce fuori di poco. Primo corner per l’Olbia al 22’, battuto corto e sugli sviluppi di crea una mischia in area, ma Viotti svetta su tutti a bloccare il pallone tra le mani. Al 25’ su rimessa laterale Chiarello aggancia al volo e conclude di potenza verso la porta, ma la palla è alta sopra la traversa. Al 33’ clamorosa occasione per la Giana su calcio d’angolo, il quarto dall’inizio della gara, con Pinardi dalla bandierina che crossa in area e Montesano che svetta su tutti e di testa colpisce in pieno l’incrocio dei pali. Al 35’ ancora Giana in avanti con Okyere che, rubando palla al limite dell’area, s’invola verso la porta inseguito da un avversario e riesce ad arrivare alla conclusione sfiorando il palo. Al 38’ è Iovine che aggancia in corsa un bel suggerimento di Pinardi e prova la conclusione al volo, ma manda alto. Al 41’ debole conclusione di Piredda al termine di un’azione corale dell’Olbia, nessun problema per Viotti. Al 43’ punizione al limite dell’area per la Giana, dopo l’atterramento falloso di Perico: Pinardi calcia, ma il pallone viene intercettato dalla barriera e termina fra le mani di Ricci. Al 45’ un’altra bellissima azione orchestrata dalla Giana, con il pallone che arriva a Okyere in posizione centrale dai 20 metri e al volo prova la conclusione a botta sicura, di pochissimo alta sopra la traversa.

Secondo tempo 1-0, s’inverte la rotta al Comunale

La ripresa comincia con gli stessi ventidue in campo e la Giana parte forte, facendo registrare due conclusioni di Bruno al volo, che non inquadrano lo specchio della porta, nel giro dei primi 5’ di gioco. All’8’ la Giana è sempre all’attacco e un cross di Iovine va a cercare la testa di Okyere, di un soffio troppo lungo. Al 14’ primo cambio per mister Mignani, che inserisce Quaranta al posto di Pisano. Al 15’ ci prova Pinardi alla conclusione dalla distanza, ma la palla sfila sul fondo, anche se non molto distante dal secondo palo. Al 19’ secondo cambio per l’Olbia: esce Feola entra Pinna. Al 21’ gli attacchi della Giana, costantemente in avanti in quest’avvio di ripresa, vengono finalmente premiati: sugli sviluppi di un corner battuto da Augello, Chiarello recupera al limite dell’area e conclude con una sventola sotto la traversa, imparabile per Ricci; è il secondo gol stagionale per il centrocampista biancazzurro. Al 23’ primo cambio anche per mister Albè, che inserisce Perna per Okyere, il quale esce tra gli applausi del pubblico dopo essersi speso tantissimo. Terzo ed ultimo cambio a disposizione di mister Mignani al 29’: esce Iotti ed entra Kouko. Al 34’ punizione per la Giana dalla sinistra: Augello con un tiro cross impegna Ricci in uscita coi pugni. Al 36’ punizione per l’Olbia al limite dell’area, in posizione centrale: Cossu è sul pallone, ma la sua conclusione finisce alta sopra la traversa. Al 37’ mister Albè effettua il secondo cambio, inserendo Biraghi e richiamando in panchina Pinardi, anche lui molto applaudito dal pubblico. L’Olbia alza il pressing alla ricerca del pareggio e al 41’ mister Albè inserisce un centrocampista per un attaccante, mandando in campo Pinto per Bruno. La Giana si chiude e regge le incursioni avversarie, chiudendo la gara con una meritata vittoria.

 

GIANA ERMINIO-OLBIA 1-0

Giana Erminio (3-4-1-2): Viotti, Perico, Bonalumi, Montesano, Iovine, Pinardi (Biraghi 37’ st), Marotta, Augello, Chiarello, Bruno (Pinto 41’ st), Okyere (Perna 23’ st). A disp: Sanchez, Sosio, Rocchi, Capano, Biraghi, Pinto, Greselin, Perna, Ferrari, Appiah. Allenatore: Cesare Albè

Olbia (3-4-1-2): Ricci, Cotali, Iotti (Kouko 29’ st), Dametto, Pisano (Quaranta 14’ st), Muroni, Piredda, Feola (Pinna 19’ st), Cossu, Ragatzu, Capello. A disp: Van Der Want, Pinna, Geroni, Murgia, Kouko, Ogunseye, Senesi, Quaranta, Tetteh, Benedicic. Allenatore: Michele Mignani.

Direttore di gara: Signor Francesco Meraviglia di Pistoia. Assistenti: Signori Vittorio Pappalardo di Parma e Salvatore Emilio Buonocore di Marsala

Marcatori: Chiarello 21’ st

Recupero: 0’ pt, 4’ st

Angoli: 8-3

Ammoniti: Pinardi 15’ pt, Pisano 39’ pt,

 

Attachment

GIANA-OLBIA