GIANA ERMINIO-PISA 2-4

GIANA ERMINIO-PISA 2-4

33a giornata di campionato, dove la Giana ha ospitato il Pisa arrivato per la prima volta allo stadio Città di Gorgonzola, da dove è uscito infliggendo ai biancazzurri il peggior passivo mai subito.

Primo tempo 1-1, a Eusepi risponde Bruno

La Giana si ripresenta in campo con il 3-4-1-2, dove sulla fascia sinistra Seck ha preso il posto di Foglio, fermato nel riscaldamento da un fastidio muscolare. La gara dopo qualche attimo di studio entra nel vivo con qualche tentativo di incursione del Pisa in area biancazzurra, controllato dalla retroguardia della Giana. All’8’ primo angolo del match in favore del Pisa, ma Iovine allontana d testa e innesca la ripartenza di Chiarello, che guadagna una punizione dalla sinistra: il suo cross viene bloccato in uscita da Voltolini. Al 16’ però è il Pisa a sbloccare il risultato: Birindelli recupera una palla sul fondo e riesce a crossare al centro, dove svetta Eusepi di testa a schiacciare in rete. Al 21’ Montesano con un passaggio in profondità serve Perna, che appoggia in avanti per Bruno per la conclusione di testa, ma viene contrastato da un difensore pisano e il suo tiro risulta troppo debole per impensierire Voltolini. Occasione per la Giana al 30’: dopo una bella azione corale la palla arriva a Chiarello, che dal limite dell’area piccola non riesce a battere Voltolini, reattivo a bloccare con i piedi. In questa seconda parte della prima frazione di gioco la Giana ha conquistato il pallino del gioco, alzando notevolmente il pressing e costringendo il Pisa ad abbassarsi nella propria metà campo. Al 40’ gigantesca occasione della Giana con Seck, che solo sulla sinistra fa un tiro cross che sfila davanti all’area senza che Chiarello riesca a prenderla davvero per un soffio. Ma il gol era decisamente nell’aria e un minuto più tardi è Bruno che di testa centra il pareggio, agganciando un cross di Iovine, a sua volta servito da un traversone di Greselin. E’ il 13° centro stagionale per il numero nove biancazzurro.

Secondo tempo 2-4, black out Giana

Nessuna sostituzione al rientro dagli spogliatoi e al 2’ la Giana è vicina al vantaggio con una conclusione di Bruno, che aggancia un cross di Perico dalla destra e conclude con una mezza girata sulla quale Voltolini in tuffo si immola. Al 9’ l’occasione è sui piedi di Eusepi, che si ibera al limite dell’area e lascia partire un destro che sorvola di poco la traversa. I ritmi della gara sono decisamente alti, con le due squadre che giocano a viso aperto. Al 12’ il Pisa guadagna un corner, con Negro dalla bandierina: sugli sviluppi Eusepi di testa conclude fuori di poco, ma per l’arbitro è nuovamente angolo: sul cross, Lisuzzo di testa batte Taliento per il vantaggio ospite. Al 20’ Perico dalla destra, su ripartenza di Iovine, crossa al centro per Perna, che di testa conclude sfiorando il secondo palo. Al 21’ una punizione battuta dal Pisa da Negro dalla destra arriva in area, dove Perna di testa innalza il pallone che viene agganciato di testa e schiacciato in rete da Sabotic. Al 22’ primo cambio per mister Albè, che inserisce Okyere al posto di Perna; doppio cambio anche per mister Petrone, che richiama in panchina Negro e Maltese e inserisce Masucci e Izzillo. La Giana accusa il colpo e al 29’ ancora su calcio d’angolo il Pisa segna il quarto, seppur molto fortunoso, gol con Eusepi che nella mischia in area riesce ad appoggiare di punta in rete una palla che prima di entrare viene colpita involontariamente anche da Bonalumi. Al 32’ cambio Giana: Capano per Chiarello, mentre per il Pisa esce Eusepi per Ferrante. Al 38’ punizione per la Giana dalla destra: Greselin calcia in area e sugli sviluppi Bonalumi di testa conclude a rete, ma Voltolini c’è. Al 43’ altri due cambi per mister Petrone, che sostituisce Lisi con De Vitis e Di Quinzio con Sainz Maza. Al 44’ un bel tiro cross dalla sinistra di Greselin costringe Voltolina a smanacciare in angolo una palla che stava per infilarsi in diagonale sotto la traversa. Al 46’ la Giana accorcia le distanze con Perico: dopo un’azione insistita della Giana davanti alla porta pisana e un autogol fantasma non assegnato dall’arbitro, il numero due biancazzurro ribadisce in rete il continuo batti e ribatti della palla in area. Ma è solo una magra consolazione.

GIANA ERMINIO-PISA 2-4

Giana Erminio (3-4-1-2): Taliento, Perico, Bonalumi, Montesano, Iovine, Greselin, Marotta, Seck, Chiarello (Capano 32’ st), Perna (Okyere 22’ st), Bruno. A disp: Sanchez, Rocchi, Sosio, Concina, Sala, Capano, Degeri, Pinto, Okyere. Allenatore: Cesare Albè

Pisa (4-4-2): Voltolini, Birindelli, Sabotic, Lisuzzo, Filippini, Lisi (De Vitis 43’ st), Maltese (Izzillo 22’ st), Gucher, Di Quinzio (Sainz Maza 43’ st), Negro (Izzillo 22’ st), Eusepi (Ferrante 32’ st). A disp: Reinholds, Campani, Ferrante, Sainz Maza, Giannone, Setola, Izzillo, Cagnano, Masucci, Ingrosso, De Vitis. Allenatore: Mario Petrone

Direttore di gara: Fabio Schirru di Nichelino. Assistenti: Fabio Pappagallo di Molfetta e Giulio Basile di Chieti.

Marcatori: Eusepi 16’ pt e 29’ st, Bruno 42’ pt, Lisuzzo 14’ st, Sabotic 21’ st, Perico 46’ st

Recupero: 1’ pt, 5’ st

Angoli: 5-8

Ammoniti: Ingrosso 15’ st, Montesano 21’ st, Sabotic 25’ st

 

Attachment

GORGONZOLA - CALCIO GIANA CANALI