Giana Erminio-Pordenone 1-2

Diciassettesima e ultima giornata del girone di andata, giocata al Comunale Città di Gorgonzola sotto una leggera pioggerella che ha reso il terreno piuttosto pesante e si è conclusa con la vittoria del Pordenone e l’ennesimo ko interno per la Giana, che non vince tra le mura amiche dalla terza giornata di campionato.

Perico servito da Rossini scende sulla fascia destra e solo l’intervento del difensore neroverde devia in angolo il cross del terzino. Siamo al 1′ e la gara è già entrata nel vivo. Al 7′ arriva anche il secondo corner per i ragazzi di Albè, che giocano a viso aperto pressando l’area avversaria. All’11’ arriva però la doccia fredda: Cattaneo dalla destra crossa per Buratto, che di testa serve Filippini accorrente sul primo palo a insaccare, da distanza ravvicinata, la rete del vantaggio. Al 17′ punizione da posizione interessante per la Giana, con Biraghi che prova il tiro, ma la barriera devia in angolo. Al 26′ arriva anche il raddoppio del Pordenone, con il secondo assist di Cattaneo per Mandorlini che, da posione centrale, colpisce il palo interno e la palla rimbalza in rete. Al 33′ De Agostini con una discesa sulla sinistra arriva al limite dell’atrea e Bonalumi, che scivola, gli lascia campo aperto verso la porta, ma il giocatore neroverde spreca tirando a lato. Al 36′ c’è la prima bella occasione per la Giana, con Perico che lancia Cogliati il quale, velocissimo, sfugge alla difesa ospite e dal limite di fondo cerca un tiro che sfiora la linea di porta e si spegne sul fondo. La Giana reagisce bene e trova qualche buona giocata, ma il primo tempo si chiude con il doppio vantaggio ospite.

Nessun cambio all’inizio della ripresa e al 3′ c’è una punizione per il Pordenone dai 30 metri, con Filippini che scaglia a fil di palo chiamando Sanchez alla parata in tuffo. La Giana prova ad attaccare e la gara si accende dal punto di vista agonistico, con svariati episodi di nervosismo da ambo le parti. Al 20′ occasionissima Giana su calcio d’angolo: Biraghi di testa scaglia verso la rete, ma Buratto sulla linea di porta sventa il gol. Al 21′ mister Albè rinforza l’attacco inserendo Romanini al posto di Bonalumi e spostando Solerio in mezzo alla difesa. Al 30′ c’è il secondo cambio per la Giana, con il giovane Greselin che esordisce sostituendo il già ammonito Perico. Al 32′ altra occasione per la Giana, con Marotta che crossa per Perna, che si gira e calcia di poco fuori. Al 34′ prima sostituzione per il Pordenone, con Strizzolo che rileva Cattaneo. Al 36′ è Biraghi che dal limite dell’area tira un diagonale che Tomei in extremis devia in angolo: ormai il computo dei corner è 9-1 in favore della Giana. Altri cambi: il Pordenone inserisce Berardi al posto di Buratto e mister Albè Sanzeni per Rossini. Quando manca 1′ al termine del tempo regolamentare mister Tedino effettua anche l’ultimo cambio, inserendo Castelletto per Valente. Al 46′ è però la Giana che viene premiata di tutto il pressing effettuato accorciando le distanze grazie al gol di Fabio Perna, che aggancia un pallone servito da Biraghi e appoggia in rete. Ma non basta.

«Nei primi minuti abbiamo giocato bene, poi abbiamo preso un gol da stupidi e loro sono stati bravi a fare anche il secondo, dato che noi abbiamo avuto venti minuti di buio, mentre avremmo dovuto reagire subito con più personalità. Nella ripresa siamo riusciti a rimetterci a posto, abbiamo cercato di fare, ci sono state anche le opportunità e se avessimo avuto qualche minuto in più magari le cose sarebbero state diverse. Sull’arbitro non vorrei dire nulla, ma con sei cambi e il portiere del Pordenone che ci impiegava 30 secondi a rinviare il pallone, 3′ di recupero nel secondo tempo sembrano davvero pochi»

GIANA ERMINIO-PORDENONE 1-2

Giana Erminio: Sanchez, Perico (Greselin 30′ st), Solerio, Marotta, Bonalumi (Romanini 21′ st), Montesano, Rossini (Sanzeni 40′ st), Biraghi, Perna, Cogliati, Augello. A disp: Paleari, Sosio, Costa, Polenghi, Grauso, Greselin, Brambilla, Capano, Romanini, Sanzeni. Allenatore: Cesare Albè

Pordenone: Tomei, Boniotti, De Agostini, Stefani, Ingegneri, Pasa, Filippini, Mandorlini, Cattaneo (Strizzolo 34′ st), Buratto (Berardi 39′ st), Valente (Castelletto 44′ st). A disp: D’Arsiè, Parpinel, Castelletto, Talin, Berardi, Gulin, Baruzzini, Strizzolo, Finocchio. Allenatore: Bruno Tedino.

Direttore di gara: Matteo Proietti di Terni. Assistenti: Driss Abou Elkhayr di Conegliano e Gianluca Sartori di Padova.

Marcatori: Filippini 11′ pt, Mandorlini 26′ pt, Perna 46′ st

Recupero: 1′ pt, 3′ st

Angoli: 9-1

Ammoniti: Stefani 4′ pt, Boniotti 34′ pt, Perico 15′ st, Tomei 19′ st

Attachment

20160109_200146_resized