Giana Erminio-Pro Piacenza 1-2

Alla sesta giornata di campionato arriva la prima sconfitta della stagione per gli uomini di mister Albè, che cadono per 2-0 contro il Pro Piacenza, che per contro realizza la prima vittoria dall’inizio del campionato.

La Giana parte col piglio deciso e al 3′ arriva il primo corner della gara in favore dei padroni di casa, con Bonalumi che aggancia di testa la palla, ma Fumagalli si fa trovare pronto. La Giana alza il pressing e al 19′ Solerio da posizione centrale intercetta un pallone ribattuto dalla difesa rossonera e scaglia in rete un bolide che impegna Fumagalli, il quale allontana con i pugni. Al 24′ prima occasione per gli ospiti, con Rantier che intercetta un passaggio sulla trequarti e s’invola solo verso la porta, ma dal limite tira e la palla si spegne sul fondo. Al 34′ Maietti da posizione centrale aggancia un cross dalla destra di Calandra e trova la conclusione che finisce di poco a lato. Al 45′ grandissima occasione per la Giana, con Solerio che dalla sinistra crossa in mezzo per Bruno, il quale di testa scheggia il palo; la palla rimane in gioco e arriva a Biraghi, che dal limite scaglia sulla traversa e infine Marotta, che aggancia e trova la conclusione che Fumagalli devia in angolo.

Ripresa con gli stessi ventidue in campo, ma al 4′ Marotta rimane a terra per un infortunio alla caviglia; mentre il gioco procede con la Giana in dieci uomini, al 6′ arriva il gol del Pro Piacenza: Alessandro aggancia un cross di Rantier in area e tira colpendo il palo, sul rimbalzo è pronto lo stesso Rantier a ribadire in rete. Mister Albè effettua il primo cambio, sostituendo l’infortunato Marotta con Sanzeni. Al 12′ punizione per la Giana al limite destro dell’area, con Augello che calcia in area, ma la palla viene deviata in angolo da Cristofoli. Al 18′ occasione per la Giana con Cogliati, che si libera in area da due avversari e trova una potente conclusione, parata dal portiere rossonero. Al 22′ miracolo di Paleari con i piedi su Cristofoli, che da distanza ravvicinata va vicinissimo al raddoppio. Al 23′ arriva il primo corner per la Pro Piacenza, che la difesa biancazzurra neutralizza senza problemi. Al 25′ ancora Paleari protagonista nello sventare prima un tiro-cross di Alessandro e subito dopo la conclusione di Rantier. Al 27′ è Sanzeni a trovare la conclusione, che esce di pochissimo. Mister Albè procede con il secondo cambio, inserendo Romanini al posto di Rossini. Al 41′ è Biraghi che trova la conclusione al volo dal limite dell’area, ma la palla finisce alta sopra la traversa; subito dopo c’è il terzo ed ultimo cambio per i biancazzurri, con Biraghi che viene rilevato da Capano. Al 44′ arriva però il raddoppio per gli avversari, con Alessandro che crossa per Ruffini, il quale al volo batte Paleari. Nell’ultimo dei 5′ di recupero è Bruno a crederci più di tutto e ad accorciare le distanze, cogliendo al volo un cross di Augello dalla sinistra ed insaccando il gol dell’1-2.

«Meritavamo il pareggio? Nel primo tempo abbondantemente sì – analizza mister Cesare Albè in sala stampa – ma nella ripresa c’è stato un quarto d’ora nel quale abbiamo ragionato poco e lasciato spazio a troppi contropiedi. Nel complesso abbiamo fatto una buona prestazione, con volontà, ma l’uscita di Marotta per una distorsione ha rotto degli equilibri e lì la partita è girata a favore del Pro Piacenza, nonostante l’entrata di Sanzeni che ha fatto molto bene».

GIANA ERMINIO-PRO PIACENZA 1-2

GIANA ERMINIO: Paleari, Perico, Solerio, Marotta (Sanzeni 7′), Bonalumi, Montesano, Rossini (Romanini 28′ st), Biraghi, Bruno, Cogliati, Augello. A disp: Sanchez, Sosio, Costa, Polenghi, Grauso, Greselin, Pinto, Sanzeni, Perna, Romanini, Capano, Brambilla. Allenatore: Cesare Albè

PRO PIACENZA: Fumagalli, Rieti, Ruffini, Calandra, Piana, Bini, Rantier (Martinez 40′ st), Carrus, Cristofoli, Alessandro (Lombardi 45′ st), Maietti. A disp: Bertozzi, Cauz, Sall, Russo, Schiavini, Martinez, Bignotti, Lombardi, Annarumma. Allenatore: William Viali

Direttore di gara: Sig. Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza. Assistenti: Flavio Zancanaro di Treviso e Andrea Bologna di Mnatova.

Marcatori: Rantier 6′ st, Ruffini 44′ st, Bruno 50′ st

Recupero: 3′ pt, 5′ st

Angoli: 10-1

Ammoniti: Alessandro 36′ pt, Ruffini 11′ st, Bonalumi 29′ st, Biraghi 34′ st, Calandra 46′ st

Attachment

20151003_225802_resized