GIANA ERMINIO-RENATE 3-0

Lo scontro diretto tra Giana Erminio e Renate nella dodicesima giornata di campionato sorride alla Giana, che dopo un primo tempo di scarse emozioni, regala una ripresa assolutamente scoppiettante, fatta di tre reti e un rigore parato, in dieci uomini dal 22′.

Partenza con una formazione inedita per la Giana, dove mister Albè schiera un 4-5-1 con Solerio e Rossini esterni alti ad affiancare Perna, unica vera punta dello schieramento odierno, mentre il Renate fa esordire il portiere Steni per la prima volta in questo campionato. Al 2′ il Renate con Spampatti si rende subito pericoloso sfuggendo alla difesa di casa, fermato sui piedi da Ghislanzoni in uscita al limite dell’area. Segue una lunga fase di studio a centrocampo, dove le squadre non riescono a trovare la profondità necessaria a rendersi pericolose, benchè alla mezz’ora si contino quattro angoli a zero in favore della Giana. Al 29′ si segnala un cross di Perna per Rossini, che a pochi passi dalla linea di porta viene anticipato d’un soffio da Steni. La Giana incomincia ad alzare il pressing e al 35′ una discesa centrale di Pinto, si trasforma in cross per Solerio sulla sinistra, ma l’esterno viene fermato in area. Il primo tempo si chiude con 1′ di recupero, due ammoniti per il Renate e sei corner a zero in favore della Giana.

La ripresa si apre senza cambi, con le squadre subito in palla e Spampatti al 1′ che dalla destra riesce a tirare alla ricerca del secondo palo, ma senza inquadrare lo specchio della porta. Nell’avvio di ripresa il Renate sembra intenzionato ad alzare il ritmo del pressing, eppure al 3′ è la Giana a portarsi in vantaggio con Solerio, che scende centrale in mezzo al campo, dribbla la difesa avversaria e riesce a tirare un sinistro che si infila all’angolino, festeggiando il suo primo gol tra i professionisti. All’8′ il gol del pareggio realizzato da Spampatti viene annullato per fallo su Ghislanzoni. Il ritmo è decisamente più alto rispetto alla prima frazione di gioco e al 12′ un cross di Pinto dalla sinistra viene agganciato da Rossini, che di testa sfiora la traversa. Al 13′ il Renate ha già esaurito tutti i cambi a disposizione, mentre mister Albè non ha ancora sostituito nessun giocatore di questa inedita formazione, che a questo punto della gara è passata alla difesa a cinque. Al 22′ la svolta: rigore ed espulsione di Ghislanzoni per fallo su Muchetti. Mister Albè fa uscire Pinto per consentire l’ingresso di Sanchez tra i pali: il penalty viene calciato da Florian e Sanchez in tuffo para il secondo rigore della stagione (dopo quello contro il Bassano). La Giana in dieci uomini passa al 4-4-1, mentre al 34′ mister Albè fa entrare Spiranelli al posto di Solerio, che esce tra gli applausi. Non passa che un minuto e al 35′ è Rossini a siglare il vantaggio con un tiro dalla destra, ancora su cross di Perna, che gli consente di festeggiare nel migliore dei modi il giorno del suo compleanno: anche per lui è il primo centro stagionale. Spazio a questo punto anche per Sosio, che fa il suo ingresso al 38′ al posto di Rossini, che come Solerio pochi minuti prima esce dal campo tra gli applausi del pubblico. Ma l’inaspettato deve ancora accadere ed è rappresentato dall’incredibile gol di Sosio al 43′, che raccoglie un cross di Augello dalla sinistra e tira di potenza a trafiggere la porta di Steni, per poi correre ad abbracciare mister Albè: seconda presenza per il difensore in questa stagione e primo gol anche per lui. Dopo 4′ di recupero, la gara si conclude con un bottino di tre punti e tre gol.

«Formazione inedita? Rossini e Solerio sono due giocatori “di gamba”, con Rossini che ha già fatto questo ruolo e Solerio che da giovane faceva l’attaccante, quindi poteva farlo anche lui – commenta mister Albè a fine gara – In ogni caso stiamo provando varie formazioni per cercare di capire quale può darci maggiori garanzie e questa sembrava la partita adatta a questo tipo di prova. Il Renate nella prima mezz’ora di gioco ha corso e ci ha messo in difficoltà, ma a partire dall’ultimo quarto d’ora del primo tempo la partita è cambiata: è andata molto bene, sia per il risultato che per il possesso palla. Sono contento anche perché abbiamo ritrovato Perna, che oggi è stato monumentale ed è tornato il giocatore che avevamo perso con l’infortunio che l’ha tenuto lontano dal campo per gli ultimi due mesi della stagione scorsa».

GIANA ERMINIO-RENATE 3-0

Giana Erminio: Ghislanzoni, Perico, Solerio (Spiranelli 34′ st), Marotta, Boanlumi, Montesano, Rossini (Sosio 38′ st), Di Lauri, Perna, Pinto (Sanchez 24′ st), Augello. A disp. Sanchez, Sosio, Cannistrà, Crotti, Sarao, Spiranelli, Recino. Allenatore: Cesare Albè

Renate: Steni, Bonfanti, Morotti, Di Gennaro, Mantovani, Riva, Iovine, Muchetti, Spampatti, (Curcio 13′ st) Scaccabarozzi (Malgrati 7′ st), Chimenti (Florian 7′ st). A disp. Cincilla, Malgrati, Rovelli, Pedrinelli, Cocuzza, Curcio, Florian. Allenatore: Simone Boldini

Direttore di gara: Sig.ra Silvia Tea Spinelli di Terni. Assistenti: Sig.ri Matteo Michieli e Michele Nocenti di Padova

Recupero: 1′ pt, 4′ st

Marcatori: Solerio 3′ st, Rossini 35′ st, Sosio 43′ st

 

Angoli: 9-0

Ammoniti: Di Gennaro 32′ pt, Chimenti 43′ pt, Pinto 17′ st, Sosio 44′ st

Espulsi: Ghislanzoni 22′ st

Attachment

manu-4891