Giana Erminio-Torres 1-0

L’ottava giornata di campionato, in casa con la Torres, si apre con la scenografia messa in scena dai tifosi della Giana che, intonando un coro di incoraggiamento ai giocatori, schierano una teoria di bandierine bianche e azzurrre sullo sfondo di uno stendardo azzurro, che sventola sotto una leggera pioggerellina. “Fino alla fine, Erminio Giana”. E l’augurio funzione, perchè porta i tre punti.

Dopo una prima fase di studio a centrocampo, al 7′ arriva il primo corner per la Torres, con la palla che arriva in mezzo all’area per l’incornata di capitan Migliaccio, che esce di poco a lato. La partita prosegue a ritmo piuttosto basso, anche se la formazione ospite si affaccia con più frequienza nei pressi dell’area della Giana. Al 22′ Sarao aggancia un cross di Marotta in mezzo all’area, ma una deviazione di Migliaccio manda in angolo. Al 36′ occasione per la Torres con Maiorino che aggancia un cross di Lisai e arriva al tiro, che però si spegne sul fondo alla destra di Ghislanzoni. Al 40′ punizione per la Torres dai 30 m, con Maiorino che cerca direttamente lo specchio della porta, ma non inquadra. Al 43′ Solerio scende sulla destra e crossa, ma il portiere Testa esce e allontana con il pugno. Al 44′ altra occasione per la Giana con Perico che dalla sinistra mette in mezzo per Recino, che prova il tiro in rovesciata ma la palla finisce alta sopra la traversa.

Nessun cambio nella ripresa, se non una maggiore vitalità, che si rende subito evidente e si concretizza al 6′ con un tiro in mezza rovesciata di Sarao dal limite dell’area, che scheggia la traversa. La Giana alza il rtimo e il pressing. Al 9′ rigore per la Giana per un fallo di mano di Marchetti in area. Recino dal dischetto trasforma in gol il primo penalty a favore in questo campionato. Al 16′ ancora Sarao si rende protagonista con un bolide dalla distanza, che il portiere ospite respinge senza trattenere. Al 21′ occasione per la Torres con il neoentrato Baraye, che raccoglie un passaggio in mezzo all’area, ma calcia fuori alla destra di Ghislanzoni. Reazione della Torres, che spinge a cercare il pareggio con Maiorino al 25′, calciando direttamente in porta dai 20′ m, ma Ghislanzoni c’è e ferma la palla tra le braccia. Alla mezz’ora primo cambio per la Giana, esce Recino far gli applausi ed entra Rossini, mentre due minuti dopo entra Augello al posto di Crotti e il gioco si velocizza. Due corner in successione per la Giana, il primo dei quali al 33′ sfiora il palo complice una deviazione ospite. Al 36′ è Rossini ad avvicinarsi pericolosamente alla porta, ma il portiere anticipa a terra. Al 45′ una punizione per la Torres dai 25 m, con Baraye al tiro, finisce alta sopra la traversa. Negli ultimi minuti la Torres va all’arrembaggio alla ricerca del pareggio, ma al 47′ è Sarao che dalla destra calcia un cross che colpisce la traversa. Al 49′ ultima occasionissima per la Torres, con Migliaccio e Balestreri, ma Marotta che devia in angolo e salva i tre punti.

«Siamo partiti male, nonostante una buona settimana d’allenamento. Mano a mano poi siamo cresciuti piuttosto bene, il gol è arrivato e ci ha permesso di portare a casa i tre punti. Ma dobbiamo giocare con personalità – sottolinea mister cesare Albè nel dopo gara – è questo che ho detto ai giocatori nello spogliatoio durante l’intervallo. Si può sbagliare, ma bisogna avere personalità».

 

GIANA ERMINIO-TORRES 1-0

Giana: Ghislanzoni, Perico, Solerio, Marotta, Bonalumi, Montesano, Di Lauri (Pinto 34′ st), Biraghi, Recino (Rossini 28′ st), Crotti (Augello 30′ st), Sarao. A disp. Sanchez, Sosio, Augello, Pinto, Romanini, Spiranelli, Rossini. Allenatore: Cesare Albè.

Torres: Testa, Cafiero, Ligorio (Imparato 36′ st), Giuffrida, Marchetti, Migliaccio, Lisai (Baraye 10′ st), Pizza, Balistreri, Foglia (Infantino 27′ st), Maiorino. A disp. Costantino, Aya, Funari, Imparato, Santaniello, Baraye, Infantino. Allenatore: Massimo Costantino.

Direttore di gara: Fabio Schirru di Nichelino. Assistenti: Michele Lombardi di Brescia e Massimiliano Pancaldo Trifirò di Barcellona Pozzo di Gotto.

Recupero: 1′ pt, 5′ st

Marcatori: Recino 10′ st (rig.)

Angoli: 5-5

Ammoniti: Solerio 25′ pt, Di Lauri 38′ pt, Bonalumi 44′ pt, Marchetti 9′ st, Montesano 45′ st, Migliaccio 49′ st, sarao 49′ st

Attachment

manu-3219