Giana Erminio-Viterbese 1-1

Nona giornata di campionato al Comunale Città di Gorgonzola, dove la Giana ha ospitato la Viterbese seconda in classifica e miglior difesa d’Europa, con un solo gol subito in otto partite: oggi la gara è finita con un pareggio 1-1, dove la Viterbese ha trovato un gol rocambolesco all’8’ di sei minuti di recupero concessi al 90’.

La Giana imposta subito la gara giocando a viso aperto, ma la Viterbese fa buona guardia e per tutto il primo quarto d’ora la partita si è giocata prevalentemente a centrocampo, senza che alcune delle due squadre riuscisse ad arrivare ad una conclusione. Sussulto al 15’ con un lancio lungo di Sosio per Okyere: Iannarilli lo anticipa ma la palla gli sfugge dalle mani e resta lì, salvo essere lesto a riprenderla tra le mani. Un minuto più tardi ribaltamento di fronte con Sforzini che raccoglie un cross dalla sinistra, velo per Neglia che prova una conclusione che finisce un metro a lato. Al 28’ illusione del gol con una gran conclusione di Okyere in mezza rovesciata, dopo aver agganciato al volo un passaggio di Chiarello, ma la palla finisce fuori di un soffio. Al 43’ bella azione corale della Giana a ridosso dell’area ospite, la palla arriva a Perna che dal limite lascia partire un destro che sfiora la traversa. Ma il gol era nell’aria ed è proprio Perna che innesca il contropiede e al 47’ appoggia in rete una palla messa in area da Pinardi e sbucciata da Chiarello.

Nella ripresa mister Cornacchini inserisce Diop dal 1’ al posto di Varucchi, predisponendo l’attacco a tre. La Giana parte tuttavia in maniera aggressiva e all’8’ arriva anche il secondo cambio tra le fila della Viterbese, con Cruciani che rileva Marano. All’11’ si fa vedere la Viterbese, con Sforzini che di testa gira verso la porta un cross dalla destra, ma Viotti blocca tra le mani senza problemi. Al 16’ terzo ed ultimo cambio a disposizione di mister Cornacchini, che inserisce un quarto attaccante, Invernizzi, al posto di Cenciarelli. Al 30’ arriva un doppio cambio anche per mister Albè, che inserisce Pinto al posto di Perna e Rocchi al posto di Sosio, costretto ad uscire per i crampi. Al 32’ dopo uno scontro di gioco tra Montesano e Sforzini, quest’ultimo lascia il campo in barella e la Viterbese rimane in dieci uomini per l’esaurimento dei cambi. Al 38’ Giana vicina al raddoppio con Okyere, che sfugge sulla sinistra e ingaggia una lotta con un difensore avversario finché riesce a concludere di potenza, ma Iannarilli d’istinto respinge. Al 39’ è Pinto che con un’azione solitaria arriva quasi davanti al portiere, che solo in uscita riesce ad anticipare di poco. Al 42’ ultimo cambio in casa Giana: esce tra gli applausi Pinardi ed entra il giovane Greselin. Al 43’ Viterbese vicino al pareggio con un rasoterra da fuori area di Neglia, che Viotti in tuffo devia in fallo laterale. Al 44’ secondo giallo a Bonalumi, che in questo modo è costretto a lasciare anzitempo il campo e viene ristabilita la parità numerica. A tempo ampiamente scaduto, un lancio lungo di Iannarilli fa arrivare la palla in area e Cuffa nella mischia trova il gol in maniera rocambolesca, lasciando dietro di sé una coda di proteste sia per un sospetto fuorigioco che per il due minuti aggiuntivi di recupero concessi, oltre ai 6’ già stabiliti.

Albè: “Le ultime quattro partite, un po’ per qualche errore nostro, un po’ per sfortuna potevano essere quattro vittorie. La squadra si sta esprimendo bene e anche oggi l’ha fatto, nonostante le assenze di Iovine, Perico e Bruno. L’arbitro? Parlare di queste cose non mi piace, purtroppo è così… Io ero contento anche alla fine del primo tempo, il pallino del gioco l’avevamo noi. La Viterbese è sicuramente una bella squadra, ma questa partita l’aggiungo alle tre precedenti: molto bene a livello di gioco, male per quanto riguarda la “sfortuna”.

Cornacchini: “Abbiamo cercato di provarci sino alla fine, perché Il gol che abbiamo preso si poteva evitare, ma trovando un clima così caldo dopo giornate fredde e un campo pesante come questo, abbiamo faticato e siamo stati un pochino mosci. Sono contento del punto, ma questo tipo di partite se non le affronti con il piglio giusto finiscono così. E’ stata una bellissima partita, sia da una parte che dall’altra: non era facile, sono felice di essere uscito da questo campo con un punto”.

GIANA ERMINIO-VITERBESE 1-1

Giana Erminio (3-4-3): Viotti, Bonalumi, Montesano, Solerio, Sosio (Rocchi 30’ st), Pinardi (Greselin 42’ st), Marotta, Augello, Chiarello, Okyere, Perna (Pinto 30’ st). A disp: Sanchez, Perico, Rocchi, Pinto, Greselin, Capano, Lella, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè.

Viterbese (4-3-1-2): Iannarilli, Pacciardi, Dierna, Scardala, Celiento, Cenciarelli (Invernizzi 16’ st), Cuffa, Marano (Cruciani 8’ st), Varutti (Diop 1’ st), Sforzini, Neglia. A disp: Pini, Mallus, Cruciani, Invernizzi, Belcastro, Diop, Paolelli, Bernardo, Ansini, Pandolfi, Cardore, Mazzolli. Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Direttore di gara: Signor Riccardo Panarese di Lecce. Assistenti: Signori Alessandro D’Annibale di Marsala e Matteo Guddo di Palermo.

Marcatori: Perna 47’ pt, Cuffa 53’ st

Recupero: 2’ pt, 6’ st

Angoli: 0-1

Ammoniti: Okyere 32’ pt, Cuffa 39’ pt, Perna 45’ pt, Bonalumi 40’ st, Pacciardi 45’ st, Cruciani 49’ st

Espulsi: Bonalumi 44’ st

 

Attachment

20161016_170252_resized