Giana-Renate: le parole dalla sala stampa

Dopo la netta vittoria per 3-0 sul Renate nella prima giornata di Coppa Italia Lega Pro, ecco le impressioni dalla sala stampa dello Stadio Comunale “Città di Gorgonzola”. Oltre a mister Cesare Albè sono intervenuti l’ex di turno Alessio Iovine, autore del cross che ha portato al gol del 2-0 del nuovo acquisto Gullit Okyere, lo stesso Okyere e il giovane Greselin, al suo primo gol in maglia Giana.

Gullit Asante Okyere: “Un inizio così è quello che sperano tutti i giocatori. È successo e sono molto contento, anche perché il primo tempo è stato un po’ difficile, il Renate è partito molto forte. Dopo il rigore (Bruno 42’ pt, ndr) nella ripresa siamo partiti un po’ meglio. Poi è arrivato questo gol che mi rende felice per il lavoro fatto in queste tre settimane e ringrazio i ragazzi che mi hanno aiutato ad inserirmi bene. Quest’anno ho avuto la fortuna della chiamata della Giana… voglio sfruttarla al massimo! L’emozione del primo gol poi è stata fantastica! Questa è una realtà bellissima, la gente mi conosceva anche prima che iniziasse la stagione e a giocare con Sasà Bruno c’è solo da imparare!”

Simone Greselin: “Faccio ancora qualche errore tecnico, ma oggi mi sono rifatto con il gol! A centrocampo l’importante è comunicare, perché se ci si parla viene tutto più facile. Il mio primo gol alla Giane e nei professionisti è una bellissima emozione, è arrivato in Coppa e non in campionato, ma è sempre una gran bella soddisfazione. Giocare con Pinardi? E’ così esperto, bisogna prendere il meglio, chiedere consigli e cercare di integrarsi bene, anche perché caratterialmente lui è molto aperto e disponibile. Le prime amichevoli a secco di gol? Ci eravamo tenuti per sbloccarci oggi!”

Alessio Iovine: “Non mi aspettavo un esordio così bello, è stata comunque dura. Abbiamo fatto però una bella partita: ai primi di agosto è importante la mentalità e il sacrificio, perché siamo ancora imballati, ma abbiamo dato tutti molto. Ho sensazioni molto positive per questa bella vittoria molto rotonda: personalmente è da due anni che gioco con questo modulo, oggi poi avevo come terzo di difesa un giocatore come Perico, che difficilmente sbaglia qualcosa e mi ha dato una grossa mano; di fianco avevo Chiarello, molto dinamico come me”.

Cesare Albè: “Il primo tempo è stato un po’ così così, com’era prevedibile, con due squadre che giocano con lo stesso modulo 3-5-2. Il secondo tempo a mio avviso l’ha cominciato meglio il Renate, poi abbiamo trovato il secondo gol e abbiamo migliorato, anche con l’inserimento di Pinardi, che ha dimostrato di essere quel giocatore di classe che è, anche se è un po’ in ritardo con la preparazione dato che è arrivato 15 giorni dopo gli altri. In ogni caso tutta la squadra si è espressa bene. Abbiamo una buona rosa, le premesse sono buone. Oggi è stato un buon test, con la vittoria e soprattutto senza aver preso gol. Il girone? Sarebbe da presuntuoso dire se è meglio il girone A o il girone B. Per questi ragazzi si aprono piazze nuove, andare a Livorno, a Siena… conosciamo qualche squadra come Alessandra o Cremonese, ma le altre no. È sicuramente una bella esperienza, anche se dal punto di vista economico costeranno di più”.

Attachment

20160807_195710_resized