I nostri avversari: la Robur Siena

I nostri avversari: la Robur Siena

Seconda in classifica e unica squadra del girone ancora imbattuta insieme al Livorno, la Robur Siena, prossima avversaria dei biancazzurri, sta rispettando i pronostici della vigilia. Partita per una stagione da protagonista la squadra bianconera è stata inserita dagli addetti ai lavori nel gruppo delle favorite con Pisa, Alessandria, Livorno e Piacenza. E l’inizio di campionato è assolutamente in linea.

Per dimenticare la scorsa stagione, conclusasi con il 14 posto (a 6 punti dalla zona play-off e a ben 33 dalla vetta), la presidentessa senese Anna Durio ha deciso di puntare su un mister giovane ed ex bandiera della società, Michele Mignani storico capitano che, al suo fianco, come vice, ha Simone Vergassola che a Siena ha finito la sua carriera da giocatore e che, dopo qualche parentesi, ha deciso di fare da vice al suo ex compagno di squadra.

La costruzione della rosa 2017 è partita dall’attacco dove, l’acquisto più importante, come sottolineato dal ds toscano, è stata la riconferma di Alessandro Marotta, 15 reti lo scorso anno e con diverse richieste in estate. Al suo fianco la società ha portato Samuele Neglia che, nella Viterbese, di reti lo scorso anno ne ha segnate 14. Dietro di loro il colpo di mercato dell’ultimo minuto, Stefano Guberti, classe 1984, lo scorso anno in B a Perugia e giocatore con decine di presenza fra serie A e cadetteria. Novità anche in porta, nessun confermato ma tre volti nuovi che hanno in Pasquale Pane, ex Akragas, il titolare. 4-3-1-2 il modulo scelto da Mignani che in difesa dovrà trovare il sostituto di D’Ambrosio (assente per squalifica). A centrocampo ha invece l’imbarazzo della scelta Cristiani a parte, che non manca mai, può scegliere fra Vassallo, Gerli, Damian e Guerri con Cruciani sulla via del recupero ma non ancora la 100 per cento.