I nostri prossimi avversari: l’Alessandria

I nostri prossimi avversari: l’Alessandria

Un solo punto divide Giana Erminio ed Alessandria, la squadra che domenica 29 ottobre alle ore 16.30 sarà ospitata allo Stadio Città di Gorgonzola per l’11a giornata di campionato.

I numeri dell’Alessandria

Una sola vittoria all’attivo per i Grigi nelle prime nove giornate disputate – l’Alessandria, come la Giana, ha già osservato il turno di riposo – è quella messa a segno contro il Prato nell’8° turno di campionato, quando il rigore trasformato da Marconi al 94’ ha regalato all’Alessandria i tre punti. I restanti 5 punti all’attivo sono frutto di cinque pareggi (con Arzachena, Monza, Robur Siena, Pro Piacenza e Pontedera) e tre sconfitte (Pisa, Arezzo e Livorno), per un totale di quattro reti segnate, un bottino che pone la squadra piemontese come peggior attacco del girone, insieme al fanalino di coda Gavorrano. Sono invece 9 le reti subite dal portiere dei Grigi Michael Agazzi, 33 anni, arrivato dal Cesena nel mercato estivo per sostituire il titolare Gianmarco Vannucchi, che nei primi giorni di ritiro aveva subito un infortunio alla spalla che l’ha tenuto lontano dai pali sino ad ora; l’estremo difensore classe ’95 è tornato completamente a disposizione proprio questa settimana, dopo tre mesi di stop.

Le differenze rispetto all’Alessandria dell’anno scorso

Fra gli assenti per la gara di domenica compare il centrocampista centrale Riccardo Cazzola, capitano dei Grigi, che deve scontare una giornata di squalifica per somma d’ammonizioni. Ai box anche l’attaccante Manuel Fischnaller, infortunatosi la settimana scorsa durante l’allenamento e con una diagnosi di 25 giorni per il recupero. Rispetto alla squadra vista nel campionato scorso, mancano gli elementi di grande qualità in attacco che avevano fatto la differenza, come Iocolano, Bocalon e Marras – che si sommano alle cessioni di Evacuo e Mezavilla – mentre la punta Gonzalez, che l’anno scorso aveva messo a segno 20 gol solo in campionato, ad oggi è andato in rete una sola volta. Il colpo di mercato di quest’estate è stato sicuramente il centrocampista Alessandro Gazzi, proveniente dal Palermo e con 220 presenze in serie A alle spalle. Accanto a Gonzalez, l’attacco dei Grigi quest’anno è guidato dal giovane Cristian Bunino, 21 anni, di scuola Juventus e reduce da un’ottima annata alla Robur Siena, dove nel campionato scorso aveva messo a segno otto reti in 26 partite, ma quest’anno ad Alessandria non ha ancora gioito per il primo gol.

La novità riguarda anche la direzione sportiva e tecnica: il ds che ha costruito la squadra di quest’anno è Pasquale Sensibile, arrivato dal Trapani ad una giornata dalla fine del campionato scorso, mentre la panchina 2017/18 è stata affidata a Cristian Stellini, un allenatore che ha lungamente collaborato con Antonio Conte e che proviene dalla Primavera del Genoa. Mister Stellini nelle ultime cinque partite ha cambiato sempre lo schieramento iniziale, lasciando in panchina Gonzalez nell’ultima gara persa con il Pisa 2-0 e affidando l’attacco alla sola punta centrale Bunino, mentre la difesa – a tre o a quattro a seconda delle gare – vede come punti fermi Gozzi, Piccolo, Celiak e Casasola, con Gazzi a guidare invece il centrocampo.

I precedenti

Giana Erminio e Alessandria si sono incontrate sette volte nelle ultime tre stagioni, con un bilancio completamente a favore dei Grigi per i primi due anni – quando l’Alessandria ha sempre battuto la Giana – mentre nel campionato scorso c’è stato un netto cambio di registro: un pareggio 1-1 nella gara di andata a Gorgonzola (Gonzalez e Bonalumi in gol), una vittoria 4-2 per la Giana al ritorno ad Alessandria (Bocalon e Gonzalez per i Grigi,  Chiarello, Bruno e Okyere con una doppietta per i biancazzurri) e una vittoria 3-1 ai supplementari in Coppa Italia Lega Pro per la Giana (Marconi su rigore per l’Alessandria, Perna in doppietta e Lella per la Giana).

Attachment

GE1113_112