La prossima avversaria: Alma Juventus Fano

La prossima avversaria: Alma Juventus Fano

Sabato 9 febbraio alle ore 14.30 la Giana ospita l’Alma Juventus Fano per la 25ª giornata di campionato, la 6ª del girone di ritorno, che vedrà scendere per la prima volta sul terreno dello Stadio “Città di Gorgonzola” la squadra marchigiana. Si tratta nuovamente di uno scontro diretto in chiave salvezza, dato che gli ospiti, in 17ª posizione a 24 punti, occupano una sola posizione e tre punti in più rispetto alla Giana, con 5 vittorie, 9 pareggi e 10 sconfitte, 6 delle quali rimediate in trasferta, dove invece hanno messo a segno 3 vittorie e 3 pareggi. Se si guardano i numeri, è evidente che il punto di forza della nostra prossima avversaria, l’Alma Juventus Fano, è la difesa con soli 22 gol subiti, mentre i problemi arrivano dall’attacco poco pungente: solo 13 i gol segnati, che ne fanno l’attacco più deficitario del girone. Per questo nel mercato di gennaio il ds Antonio Bocchetti è andato proprio alla ricerca di un ariete offensivo e trovandolo in Filippo Scardina, attaccante svincolatosi dalla Pro Piacenza, che ha già giocato 4 gare, ma che contro la Giana sarà assente perché squalificato. Dalla Fermana sono poi arrivati Gianluca Clemente, difensore classe 1995 che a Fano è nato e cresciuto, giocando nel settore giovanile e in serie D, e l’attaccante brasiliano Da Silva, anche lui un ’95, con il settore giovanile nel Chievo e poi girovago per diverse società fra Serie B e C. Per la difesa si cercava un terzino sinistro e la scelta è caduta su Matteo Liviero, cresciuto nelle giovanili della Juventus (ha anche esordito in prima squadra in Europa League), giocatore poco fortunato sotto il profilo degli infortuni, che ha giocato in C con le maglie di Perugia e Lecce, in B con Carpi, Pro Vercelli, Juve Stabia e Cittadella. L’ultimo nome del mercato è quello del figlio e nipote d’arte Christian Maldini, tesserato in settimana e anche lui tra i “superstiti” del fallimento della Pro Piacenza. Nella gara di andata con la Giana il Fano portò a casa l’intera posta, vincendo la prima gara in campionato con un gol di Filippini al 17’ del secondo tempo. Mister Epifani, al quale è stata affidata la squadra in estate, sta cercando di rispettare i piani: raggiungere la salvezza senza troppi patemi. Per ora qualche patema c’è, ma il girone di ritorno è iniziato raccogliendo un punto in più rispetto alle stesse gare del girone d’andata. Infatti il 2019 della nostra prossima avversaria è iniziato con una pesantissima vittoria a Terni per 1 rete a 0; poi sono arrivate due sconfitte con Sudtirol e Imolese e, per ultimo, il pari casalingo con il Gubbio.