La FeralpiSalò vista da vicino

Alla quinta stagione consecutiva in Lega Pro e dopo l’ottimo sesto posto raccolto sul campo nella scorsa stagione, la FeralpiSalò quest’anno non si nasconde, l’obiettivo dichiarato dalla società sono i play-off. E il rendimento al momento è perfettamente in linea. Terzo posto in classifica a pari punti con il Bassano e miglior attacco del girone con Niccolò Romero che ha già fatto (con la metà delle presenze) gli stessi gol dello scorso anno.

La squadra ad agosto, dopo due bellissime stagioni con mister Scienza, era stata affidata a Michele Serena, esonerato ai primi di novembre dopo la brutta sconfitta casalinga contro il Renate. Al suo posto è stato promosso dalla Primavera Aimo Diana che non ha avuto nessuna difficoltà a calarsi nella realtà salodiana e i risultati parlano per lui.

L’intelaiatura della squadra è rimasta più o meno quella della scorsa stagione, in difesa è arrivato il portiere Caglioni dal Lecce per sostituire Branduani, mentre dall’AlbinoLeffe il terzino Allievi che occupa in pianta stabile la fascia sinistra. A centrocampo dal Pordenone Maracchi mentre in attacco ci sono stati gli innesti più numerosi e importanti, come quelli di Guerra (Benevento), Tortori (Melfi) e Greco (Venezia).

A sorprendere però ci pensano i soliti noti. Nella classifica marcatori, accanto a Romero, spicca il nome di Bracaletti, anche lui a quota 7 reti e poi, fino a qualche domenica fa, c’era l’inossidabile Pinardi, fermato da problemi al menisco e sottoposto, proprio nei giorni scorsi, a una pulizia che lo terrà lontano dai campi per qualche settimana. Ai bresciani mancherà anche l’esterno Tortorì, squalificato e il difensore Riccardo Tantardini che nella gara di Cittadella si è fratturato il secondo metatarso del piede destro. Il modulo è il 4-3-3 e i precedenti sono nettamente a favore della Feralpi che lo scorso anno vinse sia all’andata che al ritorno per 1 a 0.