Mantova-Giana Erminio 1-2

Esordio in campionato della seconda maglia della Giana Erminio, rosso fuoco, che coincide con la prima vittoria esterna della squadra di Cesare Albè, che espugna il Danilo Martelli di Mantova nella nona giornata di campionato.

Si parte e la Giana si spinge subito in avanti, con un passaggio filtrante di Augello per Gasbarroni, che viene atterrato in area da Gavazzi dopo pochi secondi; per il direttore di gara è rigore netto: Bruno dal dischetto porta in vantaggio i ragazzi di Albè al 1′. La gara quindi entra subito nel vivo, con i padroni di casa che alzano il ritmo del pressing. Al 10′ angolo per il Mantova, con Di Santantonio che prova la conclusione dalla distanza, centrale, ma Sanchez blocca tra le braccia senza problemi. Al 17′ occasione Giana con un bellissimo cross di Gasbarroni per Bruno, che in mezza girata al volo manda di un soffio sopra la traversa. Non passa un minuto che Gasbarroni riparte in contropiede e dal limite dell’area prova la conclusione, anche stavolta troppo alta. Al 21′ una curiosità: il gioco si ferma perchè il portiere del Mantova si accorge che una porzione della rete della propria porta si è staccata dalla traversa: gli addetti prontamente riparano. Al 33′ occasionissima Giana, con Gasbarroni che intercetta un pallone a centrocampo e riparte lanciando l’accorrente Marotta, il quale arriva alla conclusione da pochi metri, ma Bonato intercetta. La partita si accende dal punto di vista agonistico e al 36′ c’è una punizione per il Mantova dalla trequarti, con Dalla Bona sulla palla: il cross arriva direttamente nella mischia in area, ma alla fine Sanchez ha la meglio su tutti. Al 41′ occasione Mantova con Ruopolo, che riesce dal limite destro dell’area a concludere con un diagonale che chiama Sanchez al tuffo. Al 45′ è invece la Giana a raddoppiare con un bellissimo gol di Solerio, innescato da Bruno, che intercetta la palla al limite dell’area ma appoggia per il terzino, che con un sinistro al volo trafigge in diagonale la porta di Bonato.

La ripresa si apre con gli stessi 22 in campo ma al 4′ un’azione insistita del Mantova porta i virgiliani ad accorciare le distanze con Di Santantonio, che con un rasoterra dal limite dell’area infila Sanchez all’angolino basso. Il Mantova attacca a testa bassa e mister Albè al 13′ effettua il primo cambio, sostituendo Perna con Rossini. Al 15′ sugli sviluppi di un corner per la Giana battuto da Augello, Biraghi recupera al limite dell’area e prova la conclusione, che chiama Bonato alla parata in tuffo. Al 17′ occasionissima Mantova con Zammarini che da pochi metri tira fuori di pochissimo, alla sinistra di Sanchez. Subito dopo mister Javorcic lo sostituisce, inserendo Momentè. Al 23′ esce anche Gasbarroni per fare spazio a Cogliati e al 26′ fuori anche Raggio Garibaldi per Foglio. Al 34′ punizione per i virgiliani sulla trequarti, sempre Dalla Bona al tiro, ma la palla finisce in angolo. Al 36′ Perico dalla distanza prova una potente conclusione rasoterra, che esce di poco oltre il secondo palo. Al 43′ Ruopolo di testa sfiora il pareggio, mentre al 44′ mister Albè inserisce Pinto al posto di Augello, fermato dai crampi. Il finale di gara è concitato e al 47′ c’è un palo clamoroso di Cogliati, su un passaggio di Rossini, ripartito in contropiede. A pochi secondi dal termine è ancora Momentè che di testa sfiora il pareggio, ma il triplice fischio decreta la vittoria finale della Giana.

«Tre punti che ci danno ossigeno, ma ho trovato il Mantova una squadra dinamica e tosta, soprattutto nella ripresa – commenta mister Albè a fine gara – tutte le partite di questo campionato sono difficili. Noi abbiamo fatto un buon primo tempo, certamente favorito dal vantaggio iniziale, mentre nella ripresa dopo il gol del Mantova sarebbe potuto succedere di tutto. Bruno e Gasbarroni? Loro hanno delle qualità indiscutibili, ma la Giana è una squadra, bella o brutta che sia non è fatta di singoli».

MANTOVA-GIANA ERMINIO 1-2

Mantova: Bonato, Scalise, Scrosta, Dalla Bona, Trainotti, Gavazzi, Gonzi, Di Santantonio (Puccio 36′ st), Ruopolo, Raggio Garibaldi (Foglio 26′ st), Zammarini (Momentè 18′ st). A disp: Albertoni, Longo, Carini, Lombardo, Puccio, Beretta, Momentè, Foglio. Allenatore: Ivan Javorcic

Giana Erminio: Sanchez, Perico, Solerio, Marotta, Bonalumi, Montesano, Perna (Rossini 13′ st), Biraghi, Bruno, Gasbarroni (Cogliati 23′ st), Augello (Pinto 45′ st). A disp: Dini, Sosio, Costa, Polenghi, Pinto, Rossini, Brambilla, Sanzeni, Cogliati, Capano, Romanini. Allenatore: Cesare Albè.

Arbitro: Daniele De Remigis di Teramo. Assistenti: Lorenzo Biasini e Alessandro Colinucci di Cesena.

Marcatori: Bruno 1′ rig., Solerio 45′ pt, Di Santantonio 4′ st

Recupero: 3′ pt, 5′ st

Angoli: 5-2

Ammoniti: Montesano 43′ pt, Raggio Garibaldi 44′ pt, Di santantonio 5′ st, Sanchez 22′ st, Scalise 46′ st

Attachment

20151031_200053_resized