PISTOIESE-GIANA ERMINIO 0-2

La 24a giornata di campionato, 5a di ritorno, si è giocata allo Stadio Melani di Pistoia sotto una pioggia battente e su un terreno zuppo e scivoloso, che però ha consentito alla Giana di tornare a casa con tutta la posta in palio.

Le squadre in campo cercano di prendere le misure con il terreno e al 10’ la Giana guadagna il primo corner. I tentativi biancazzurri vengano subito premiati, al 12’, con il vantaggio: Okyere in verticale passa a Iovine, che crossa in mezzo per Chiarello e il centrocampista biancazzurro di piatto destro insacca il suo primo gol con la maglia della Giana. I biancazzurri proseguono a pressare e al 19’ Marotta prova la conclusione dai 25 metri, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 20’ si vede la Pistoiese con Benedetti, che tenta la conclusione dalla lunghissima distanza, ma il suo tiro finisce ampiamente sopra la traversa. Al 21’ Okyere raccoglie un passaggio al limite dell’area e si invola in rete, ma il direttore aveva fischiato il fuorigioco un attimo prima. Al 31’ brividi per la Pistoiese con Iovine che salta due avversari e crossa in mezzo per l’accorrente Bruno, che per un soffio non aggancia il pallone davanti alla porta. Al 36’ è Chiarello a sfiorare il raddoppio, con una cavalcata da metà campo che porta alla conclusione dal limite dell’area, ma il suo tiro viene deviato dalla difesa arancione e la palla finisce di poco alta sulla traversa. Al 38’ ancora Giana in avanti con una punizione dalla destra di Pinardi, che crossa in area dove Bruno di testa conclude fuori di pochissimo. Al 41’ occasione per la Pistoiese con Rovini che di testa aggancia un pallone vagante e schiaccia di testa verso la porta, la palla finisce di poco sul fondo. Al 44’ due corner in sequenza per la Giana e sugli sviluppi del secondo, la palla viene recuperata da Pinardi e rimessa in area, dove Perico svetta su tutti e dalla destra di testa e poi di destro insacca per il raddoppio.

Nella ripresa, mentre la pioggia continua a cadere incessantemente, le squadre tornano in campo senza nessun cambio nelle formazioni. Al 4’ punizione per la Pistoiese dai 30 metri, ma la retroguardia biancazzurra allontana e riparte. Al 6’ altra punizione per i padroni di casa poco fuori il limite dell’area, da posizione centrale, con Hamlili sul pallone che tocca per Bendetti, ma la palla viene allontanata in corner: sulla battuta stacca Luperini di testa, ma Sanchez blocca tra le braccia. All’8’ primo cambio per la Pistoiese, con Sparacello che rileva Proia. Altra punizione ad un paio di metri dal vertice destro per la Pistoiese, ma Sanchez esce e la difesa allontana. I padroni di casa pressano con intensità e al 10’ guadagnano l’ennesima punizione dalla sinistra, con un traversone per Benedetti che Sanchez con una grandissima parata alza sopra la traversa. Al 18’ è la Giana che guadagna una punizione dal limite dell’area, con Pinardi che cerca la porta, ma Feola blocca a terra. Al 25’ primo cambio anche per la Giana, con Biraghi che entra al posto di Okyere per rafforzare il centrocampo, Al 29’ altra punizione per la Pistoiese dalla destra, che Sanchez blocca svettando in uscita su tutti. Al 30’ secondo cambio per mister Remondina con Luperini che esce per Varano, mentre mister Albè richiama in panchina Pinardi per inserire Perna. Al 36’ terzo ed ultimo cambio per mister Albè, che inserisce il difensore Sosio al posto di Chiarello. Il campo è ormai un pantano e il gioco è arduo da portare avanti, sia per i padroni di casa tutti protesi in avanti per cercare di accorciare lo svantaggio, sia per la Giana che lotta per mantenere il risultato. Al 41’ occasione Giana: Iovine lotta al limite dell’area con un difensore di casa e riesce ad appoggiare per Bruno, che carica il destro ma calciando nel pantano non è preciso e la palla sfila di pochissimo oltre il secondo palo. Al 44’ ultimo cambio per Remondina, che richiama in panchina Rovini per inserire Tomaselli. Clamorosa occasione per la Pistoiese al 46’ con Gyasi che crossa praticamente sui piedi dell’accorrente Sparacello, il quale sul secondo palo, a Sanchez battuto, sbaglia un gol già fatto.

A fine gara, il commento di mister Cesare Albè: “Quando si poteva, ovvero nel primo tempo, la squadra ha giocato a calcio. Ha davvero giocato a calcio! Nella ripresa le condizioni del campo erano proibitive e non si poteva far altro che buttar su la palla. Ad un certo punto non si poteva più nemmeno giocare, ma sono soddisfatto perché abbiamo resistito sui numerosi calci di punizione battuti dalla Pistoiese. Non è facile venire a Pistoia e vincere, come non lo è su tutti i campi di questo campionato”.

PISTOIESE-GIANA ERMINIO 0-2

Pistoiese (4-4-2): Feola, Sammartino, Proia (Sparacello 8’ st), Priola, Benedetti, Rovini (Tomaselli 44’ st), Gyasi, Luperini (Varano 30’ st), Hamlili, Piccoli Neuton, Guglielmotti. A disp: Albertoni, Placido, Colombi, Pandolfi, Colombini, Varano, Tomaselli, Fissore, Sparacello. Allenatore: Gian Marco Remondina.

Giana Erminio (3-5-2): Sanchez, Perico, Bonalumi, Montesano, Iovine, Pinardi (Perna 31’ st), Marotta, Augello, Chiarello (Sosio 36’ st), Bruno, Okyere (Biraghi 25’ st). A disp: Capaccio, Sosio, Rocchi, Biraghi, Pinto, Capano, Greselin, Perna, Appiah, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè.

Direttore di gara: Signor Daniele De Santis di Lecce. Assistente: Federico Polo Grillo di Pordenone e Alessandro Salvatori di Rimini.

Marcatori: Chiarello 13’ pt, Perico 45’ pt

Recupero: 1’ pt, 4’ st

Angoli: 3-7

Ammoniti: Okyere 28’ pt, Guglielmotti 18’ st, Pinardi 24’ st, Neuton 31’ st

 

Attachment

pistoiese-giana