Renate-Giana 1-0

L’anticipo della 31a giornata di campionato, inizialmente programmata per il 25 marzo ma spostata ad oggi per un impegno della Nazionale U21 Lega Pro, si è giocato a Meda contro il Renate e ha spezzato la striscia positiva di tre risultati utili consecutivi.

Gara partita con le squadre un po’ contratte. Al 9′ Gasbarroni rimedia un cartellino giallo per proteste, dopo aver subito fallo a centrocampo. Al 15′ è Malgrati del Renate ad essere ammonito per un brutto fallo su Gasbarroni, che si incarica di battere la punizione dalla trequarti: la palla finisce in mezzo all’area e Perico al volo calcia in porta, ma Cincilla c’è. Al 17′ una rimessa laterale per il Renate crea un pericolo in area della Giana, con Cocuzza che aggancia la palla da distanza ravvicinata, ma Paleari respinge. Al 23′ Odogwu appoggia dietro per Iovine, che dalla distanza scarica un gran tiro che impegna Paleari in tuffo, per il primo angolo della gara. Al 30′ ancora Renate in avanti, e sugli sviluppi di una rimessa laterale dalla mischia in area spunta debole Cocuzza per una palla che non impensierisce Paleari. Al 35′ una bella azione personale di Gasbarroni, dopo una serie di dribbling viene fermata con un fallo: dai 28 m è Gasbarroni tira ma la palla sbatte sulla barriera. Al 40′ discesa di Cocuzza sulla destra, che tira un pericoloso diagonale sul secondo palo, che però si spegne sul fondo. Al 42′ altra occasione per il Renate con Perini che sibila un tiro teso dalla distanza, Paleari para ma non trattiene e Cocuzza prova a ribadire in rete, ma incespica con Paleari e viene ammonito per simulazione. Finisce senza recupero la prima frazione di gioco.

Dal 1′ della ripresa il Renate sostituisce Bonfanti con Mantovani. Al 5′ il primo angolo della ripresa in favore del Renate Adobati aggancia e colpisce il palo. Seguono altri due corner per il Renate, che ha alzato sensibilmente il pressing e infatti all’11 sblocca il risultato grazie ad un gran tiro dalla distanza di Iovine, che Paleari ferma con una mano ma non trattiene e la palla rimbalza all’interno della rete. Dopo pochi minuti mister Albè decide per un doppio cambio: Perna al posto di Rossini e Pinto al posto di Augello. Il gioco si velocizza e seguono due corner ravvicinati per la Giana, con Sinigaglia che sfiora il palo al 23′. Alla mezz’ora terzo e ultimo cambio per la Giana, con Recino che rileva Gasbarroni. La Giana si butta in avanti, ma al 30′ c’è spazio per un tiro al volo di Spampatti, che finisce ampiamente a lato. L’ultimo quarto d’ora la squadra di Albè è completamente potesa verso l’area avversaria, ma il Renate chiude bene tutti gli spazi. Al 41′ Bonalumi di testa aggancia in area un calcio di punizione, ma Cincilla blocca a terra. Nei minuti finali la Giana assalta l’area avversaria in tutti i modi, ma non riesce a modificare il risultato.

«Non so se c’è stato un calo, tre partite in tre giorni si sentono, ma oggi non abbiamo meritato niente – commenta mister Albè a fine gara – merito anche del Renate e del loro modulo, un 3-5-2 che ci mette sempre in difficoltà. Eravamo partiti anche decentemente, poi via via la gara è andata in calando, mentre il Renate è cresciuto e ha meritato il risultato».

RENATE-GIANA ERMINIO 1-0

Renate: Cincilla, Adobati, Bonfanti (Mantovani 1′ st), Malgrati, Perini, Riva, Iovine, Muchetti, Cocuzza, Scaccabarozzi (Chimenti 40′ st), Odogwu (Spampatti 30′ st). A disp: Vannucchi, Di Gennaro, Morotti, Chimenti, Mantovani, Radrezza, Spampatti. Allenatore: Simone Boldini.

Giana Erminio: Paleari, Perico, Solerio, Marotta, Polenghi, Bonalumi, Rossini (Perna 21′ st), Biraghi, Sinigaglia, Gasbarroni (Recino 31′ st), Augello (Pinto 20′ st). A disp: Ghislanzoni, Di Lauri, Pinto, Crotti, Perna, Spiranelli, Recino. Allenatore: Cesare Albè.

Arbitro: Sig. Daniele Rasia di Bassano del Grappa. Assistenti: Sig.ri Francecso Rossini di Padova e Ilie Rozzato di Rovigo.

Marcatori: Iovine 11′ st

Recupero: 0′ pt, 4′ st

Angoli: 6-4

Ammoniti: Gasbarroni 9′ pt, Malgrati 15′ pt, Adobati 35′ pt, Cocuzza 42′ pt

Attachment

20150304_201008