Settore giovanile: il bilancio dell’andata

Sosta invernale agli sgoccioli anche per le squadre giovanili biancazzurre, che nel fine settimana torneranno in campo per la ripresa ufficiale dei campionati. Migliore squadra del girone di andata? Quella più giovane, l’Under 15 guidata da mister Matteo Castelnovo. A loro vanno i complimenti di rito, ma qui di seguito abbiamo fatto il bilancio del girone di andata di tutte le squadre, con l’analisi accurata da parte di tutti e tre gli allenatori.

La Berretti di mister Eugenio Sartirana sarà impegnata in casa con l’Alessandria per disputare il 13° turno, ultima giornata del girone di andata, che dopo dodici gare vede la Giana sesta in classifica a 16 punti: cinque vittorie, un pareggio e sei sconfitte il bilancio attuale, che ha visto i biancazzurri scalare la classifica nella prima parte dell’andata, per subire un calo nella seconda parte: “Abbiamo fatto una bella partenza di campionato, soprattutto in casa, mentre in trasferta accusiamo sempre qualche difficoltà in più – analizza il tecnico Eugenio Sartirana – Il bilancio di questo girone di andata è fatto di luci ed ombre, con qualche timidezza e qualche errore di troppo soprattutto in fase difensiva, anche se le prestazioni non sono mai mancate. Ci siamo allenati bene in questa sosta e testeremo in campionato quanto fatto, ma l’obiettivo è ovviamente quello di migliorare nel girone di ritorno: vedremo se riusciremo ad essere bravi come l’anno scorso, quando siamo approdati sino alle fasi finali della post season”.

Girone di ritorno al via per gli Under 17 di mister Omar Barzaghi, che domenica saranno impegnati nella lunga trasferta sarda in casa dell’Olbia, unica squadra battuta in campionato nel corso del girone di andata. Il bilancio della Giana parla infatti di un terz’ultimo posto a 5 punti, con una sola vittoria, a fronte di due pareggi e otto sconfitte per i giovani biancazzurri, i quali però raramente hanno giocato contro avversari pari età. “Il girone di andata è andata così e così per una serie di circostanze e anche un pizzico di sfortuna. Abbiamo giocato spesso sotto età, con 17 giocatori su 23 classe 2001 anziché 2000 e questa stagione per loro è comunque di grande crescita ed esperienza per le prossime; siamo stati molto sfortunati anche con gli infortuni, ma è anche vero che avremmo potuto fare meglio, soprattutto in alcune partite dove abbiamo subito gol nei minuti di recupero – l’analisi dell’allenatore Omar Barzaghi – In vista del girone di ritorno il punto fondamentale è che quasi tutti hanno recuperato e ci stiamo allenando praticamente al completo: sono molto fiducioso che possiamo fare meglio rispetto all’andata sia in termini di risultati che di gioco espresso. Ci sono ampi margini di miglioramento”.

Pronti per il ritorno con la trasferta ad Olbia anche per gli Under 15 di mister Matteo Castelnovo, i classe 2002 che si sono affacciati quest’anno per la prima volta in un campionato professionistico. Per loro un ottimo quinto posto, il migliore posizionamento in classifica tra le squadre giovanili della Giana, con un bottino di 16 punti in undici gare, frutto di quattro vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte. “Il girone di andata è stato molto positivo ed al di sopra delle nostre stesse aspettative – commenta soddisfatto l’allenatore Matteo Castelnovo – I risultati raggiunti non sono certo frutto del caso, gran parte del merito è indubbiamente dei ragazzi stessi che si sono calati con grande umiltà e spirito di sacrificio in questa realtà professionistica ed hanno lavorato duramente ottenendo ottimi risultati. La forza di questa squadra è proprio il gruppo, i ragazzi sono straordinari e molto uniti tra loro, lavorare insieme a loro è un orgoglio ed un piacere. Per il girone di ritorno abbiamo deciso insieme che il nostro obiettivo è quello di migliorare quanto fatto nel girone di andata, sia in termini di punti che di statistiche, con il sogno di entrare in zona playoff. L’obiettivo rimane dunque sempre lo stesso: giocarci ogni partita spingendoci oltre i nostri stessi limiti con grande umiltà e grande spirito di sacrificio.”

Attachment

ug1008_035