Viterbese, l’avversaria della 24a giornata

Viterbese, l’avversaria della 24a giornata

Si giocherà domenica 4 febbraio alle ore 14.30 GIANA ERMINIO-VITERBESE, gara valida per la 24a giornata di campionato, che vedrà la quinta forza del girone ospitare la terza, che la precede di 8 lunghezze in classifica. Sono 41 i punti messi a segno dalla squadra laziale del patron Piero Camilli nelle ventidue gare sinora disputate, collezionando dodici vittorie, cinque pareggi ed altrettante sconfitte, con 35 gol segnati e 23 subiti; nel ruolino di marcia delle trasferte la Viterbese vanta la medesima terza posizione in classifica, con sei vittorie, due pareggi e due sconfitte, 16 reti fatte e solo 9 subite.

La Viterbese è allenata da Stefano Sottili, incontrato la stagione scorsa sulla panchina dell’Arezzo e la precedente su quella del Bassano: il tecnico toscano è il terzo allenatore della stagione 2017/18 della Viterbese, che aveva iniziato affidando la squadra a Valerio Bertotto, esonerato l’11 ottobre in favore di Federico Nofri Onofri. Da quando è arrivato mister Sottili, il 14 novembre scorso, la squadra ha inanellato una serie positiva fatta di dieci risultati utili consecutivi, inaugurata con la vittoria 3-1 in casa dell’Alessandria nella 15a giornata, ma che sommata al pareggio 1-1 del turno precedente con la Pistoiese (costato però l’esonero a Federico Nofri Onofri) dura dallo scorso 19 novembre: “I risultati sono dalla sua parte- ha commentato il patron Piero Camilli – Sta facendo bene, vuol dire che è bravo”. La Viterbese è reduce dallo scontro diretto con il Pisa, terminato a reti inviolate, ma che ha visto la Viterbese fermata due volte dai pali, colpiti da Jefferson prima e da Sini nel finale.

I precedenti

Quella di domenica sarà la quinta volta che Giana Erminio e Viterbese si incontrano sul terreno di gioco, la terza al “Città di Gorgonzola”. Nella stagione scorsa la gara di andata in casa dei biancazzurri si giocò il 16 ottobre 2016 e terminò con un rocambolesco pareggio 1-1, che gli ospiti conquistarono all’8’ dei nove minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Partita ricca di emozioni anche al ritorno a Viterbo, il 4 marzo 2017, dove la Giana avanti di 2-0 nei minuti iniziali, si fece rimontare dai padroni di casa sul 3-2, ma nell’ultimo quarto d’ora di gioco ribaltò la situazione vincendo 3-4. Un ulteriore incontro a fine stagione avvenne il 14 maggio 2017 nuovamente al Città di Gorgonzola, in occasione del primo turno eliminatorio dei playoff, dove la gara terminò 2-2, ma al secondo turno passò la Giana, in virtù del regolamento che non prevedeva supplementari né rigori in caso di pareggio al 90’, ma il passaggio della squadra meglio classificata al termine del campionato. Nella stagione attuale la gara di andata si è giocata al Rocchi di Viterbo il 24 settembre 2017, con la Giana vincente in rimonta 2-3 grazie al gol di Bardelloni e alla doppietta di Chiarello, in risposta alla rete del vantaggio di Cenciarelli e al momentaneo pareggio di Jefferson.

Rosa e modulo

Un mercato ricco quello della Viterbese che, vista la posizione in classifica, non ha voluto lasciar andare quasi nessuno e ha pensato invece a un paio di rinforzi per reparto. Per potere concedere un po’ di riposo a Sini e Atanasov, i due centrali di difesa, dall’Arezzo è arrivato Michele Rinaldi (19 presenze e 3 gol in questa stagione), che ha già esordito nella delicata gara casalinga con il Pisa. Per la fascia sinistra è stato ingaggiato Andrea De Vito dal Siracusa; per il centrocampo è arrivato dal Catanzaro Alessio Benedetti e anche lui ha già esordito, in modo però che non pare aver ancora convinto mister Sottili. Spazio ne ha già avuto anche Luca Checchin, altro centrocampista arrivato in prestito dall’Hellas Verona. Ma i colpi più significativi sono quelli che hanno visto l’arrivo di Claudio De Sousa, lo scorso anno autore di 17 gol con la maglia del Racing Roma e di Elio Calderini, tornato in C dopo essersi fatto tentare dalla proposta del Foggia.  Un altro arrivo dalla cadetteria, sempre per l’attacco, è quello del giovane Giulio Bizzotto (in prestito dal Cittadella), classe ’96. Con tutti questi rinforzi la Viterbese si presenta al Comunale dove, con ogni probabilità, Stefano Sottili riproporrà il suo 4-3-3 con Iannarilli tra i pali e De Sousa a sostituire lo squalificato Jefferson. I numeri parlano da sé:  l’attacco ciociaro è il 3° del campionato, non ha un vero e proprio bomber, ma ha molte frecce al suo arco visto che Jefferson, Cenciarelli e Vandeputte hanno fatto 6 reti a testa, mentre Razzitti ne ha fatte 5, Celiento 4 e Baldassin 3. La difesa è la migliore del girone quando gioca fuori casa, servirà la miglior Giana per fare risultato.