Conosciamo gli avversari di domenica: la Samb

Conosciamo gli avversari di domenica: la Samb

Match inedito quello in programma domenica 30 settembre alle ore 14.30 allo stadio “Città di Gorgonzola”, dove la Giana ospiterà la Sambenedettese per la gara valida per la 4ª giornata di campionato. Si tratta ancora una volta di una delle molte squadre del girone B mai incontrate prima. Conosciamola!

La storia della Samb

La Società Sportiva Sambenedettese s.r.l., con sede nel comune di San Benedetto del Tronto (AP), è stata fondata il 4 aprile 1923 in seguito alla fusione di tre squadre locali (Fortitudo, Serenissima, Forza e Coraggio), vanta 21 partecipazioni al campionato di Serie B, ma ha trascorso buona parte della propria storia in Serie C e C1, nelle quali ha ottenuto tre promozioni in Serie B. Nel corso della sua storia ha subito quattro fallimenti e altrettante rifondazioni – nel 1994, 2006, 2009, 2013 – ripartendo dal campionato Eccellenza nella stagione 2013/14; dopo l’immediata promozione in Serie D, la Samb torna in Lega Pro nel 2016. La stagione scorsa arriva sino al Terzo Turno playoff dopo aver eliminato il Piacenza – che a sua volta aveva eliminato proprio la Giana Erminio – ma perde con il Cosenza, vincitore finale del posto in Serie B.

La rosa 2018/19: sulla carta tra le favorite

Allenata da Giuseppe Magi, che per la prima parte della stagione scorsa era stato il tecnico del Bassano, la Samb di quest’anno vede in rosa calciatori di peso, che ne fanno una delle favorite per la vittoria finale. Oltre agli importanti rinnovi di difensori Mirko Miceli e Francesco Rapisarda, che da questa stagione veste la fascia da capitano, fra i nuovi acquisti si annovera l’ultimo colpo dell’estate, l’esperto centrocampista Francesco Signori, di proprietà del Venezia, ma passato alla Ternana nel gennaio scorso, che vanta nel complesso 9 anni consecutivi in Serie B; il colpaccio del mercato risponde però al nome dell’ex Catania Andrea Russotto, veloce trequartista dal talento cristallino; sempre per il comparto d’attacco è arrivato l’esterno Elio Calderini, che la stagione scorsa si è diviso tra il Foggia e la Viterbese. L’acquisto più importante in difesa è quello del centrale Andrea Zaffagnini, l’anno scorso all’Albinoleffe, mentre per il centrocampo mister Magi si è visto arrivare il poliedrico ed esperto ex Teramo Carlo Ilari.

L’avvio di stagione: la classifica non sorride

Nonostante sulla carta la rosa a disposizione di mister Magi sia di alto livello qualitativo, la Samb dopo tre gare di campionato ha collezionato solo 2 punti: la sconfitta 2-0 all’esordio in casa con il Renate, il pareggio a reti bianche in trasferta a Teramo e il pareggio 1-1 con la Vis Pesaro nel turno infrasettimanale di mercoledì, quando la vittoria, benché di misura, sembrava in cassaforte sino all’86’. In Coppa Italia la Samb ha battuto 1-0 al 1° Turno l’Unione Sanremo (Serie D), per poi essere eliminata dallo Spezia al 2° Turno con una sconfitta per 2-1. A margine dell’ultima gara di campionato ha commentato uno sconsolato presidente Franco Fedeli: “Questa non è la mia Sambenedettese, non è la squadra che ho costruito quest’anno. È tutta un’altra Sambenedettese. Sono io che ho scelto la squadra, sono io che ho scelto l’allenatore, tutta la colpa è mia…”. Gli ha fatto eco mister Magi: “I fischi fanno male, ma ora bisogna pensare alla prossima partita che è tra tre giorni. Vogliamo assaporare la vittoria che finora abbiamo solo sfiorato e faremo di tutto per arrivarci”.

 

Attachment

avversaria