Dal 9 marzo auricolari per gli arbitri

Dal 9 marzo auricolari per gli arbitri

A partire dal weekend del 9-10 marzo anche gli arbitri e gli assistenti della Serie C saranno dotati di auricolare per comunicare in campo tra loro come in Serie A. Una data importante, una novità tecnologica che fa parte di quel percorso di cambiamenti che la Lega Pro sta attuando sapendo, comunque, che al centro rimangono l’uomo e la donna arbitro a cui si deve rispetto sempre.

L’innovazione tecnologica è stata presentata stamattina a Milano Marittima alla presenza del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, del Designatore arbitrale CAN PRO Danilo Giannoccaro, del Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e del Segretario generale della Lega Pro Emanuele Paolucci. “Noi siamo una palestra formativa, quella che forma giocatori, tecnici e arbitri per le Leghe di B ed A, cioè del calcio italiano– ha dichiarato il Presidente Ghirelli – Dotando gli arbitri di auricolari abbiamo fatto un investimento di cui siamo orgogliosi.” Soddisfatto anche il Presidente Nicchi: “Gli auricolari devono aiutare a portare giustizia e più serenità sul campo”. E il Designatore arbitrale Danilo Giannoccaro: L’adozione degli auricolari è una grande conquista ed una novità tecnologica dalla quale non si può più tornare indietro. All’arbitro arriveranno gli input che verranno filtrati e da qui verrà presa una decisione. Nulla cambierà in tal senso, al direttore di gara spetterà la scelta finale. Essere in terna e gestire questa nuova modalità di comunicazione richiede però una preparazione specifica con linee guida, con regole che non si devono sottovalutare”.

In aula si è cercato di prevedere casi di comunicazione tra arbitro-assistenti dettando obiettivi comuni:

• Adottare un metodo comune ed efficace nella comunicazione: uniformità
• Migliorare e velocizzare la collaborazione
• Creare automatismi: le parole devono essere le stesse in modo che si vengano a creare automatismi
• Possibilità di avere un focus esclusivo su determinate situazioni: assistente ed arbitro non cercano più lo sguardo, ma comunicano direttamente avendo più attenzione sul focus dell’azione.
• Avere sempre il termometro della situazione: tutta la terna vive un’altra partita.

La prima volta in Serie A

Stefano Farina è stato il primo arbitro ad utilizzare il sistema di comunicazione audio – i cosiddetti auricolari – in una gara del campionato italiano. Ha esordito, infatti, il 20 gennaio 2007 nella partita di Serie A Ascoli–Atalanta il nuovo strumento tecnologico attraverso il quale l’arbitro è in grado di comunicare con gli assistenti e il quarto ufficiale.

 

Attachment

auricolari arbitri