FeralpiSalò, la prossima avversaria

FeralpiSalò, la prossima avversaria

Dopo due stagioni disputate in gironi differenti, sabato 1° dicembre alle ore 14.30 torna a giocarsi GIANA-FERALPISALÒ, gara valida per la 14ª giornata del campionato Serie C.

Una storia recente

Quella della FeralpiSalò è storia recente. La società, infatti, nasce nell’estate del 2009 dalla fusione tra i biancoverdi dell’Associazione Calcio Feralpi Lonato di Lonato del Garda e i biancoblù dell’Associazione Calcio Salò di Salò, due compagini della provincia bresciana, entrambe reduci dal campionato di Serie D 2008-2009. Ammessa in Lega Pro Seconda Divisione, in due anni la neonata FeralpiSalò vince il campionato e sale in Prima; da lì sette stagioni in categoria che, soprattutto negli ultimi anni, l’hanno sempre vista protagonista di ottimi campionati: il migliore quello scorso, con l’accesso ai quarti di finale per la promozione in Serie B.

I precedenti con la Giana

L’ultima volta che Giana Erminio e FeralpiSalò si sono incontrate sul campo dello Stadio “Città di Gorgonzola” era il 30 aprile 2016, 16ª ed ultima gara casalinga del campionato 2015/16, quando la partita terminò 1-1 con i due gol arrivati a quattro minuti di distanza uno dall’altro: al 17’ pt Ranellucci la sbloccava, al 21’ pt Bruno la pareggiava; nella gara di andata giocata a Salò il 19 dicembre 2015 fu invece la Giana ad imporsi 2-0 con i gol di Marotta al 1′ pt e di Perico al 18′ st. Nella stagione 2014/15, la prima della Giana fra i professionisti, sia all’andata che al ritorno fu la FeralpiSalò ad imporsi 1-0, con i gol di Romero al Turina di Salò e di Cavaion al Città di Gorgonzola.

La stagione 2018/19

L’entusiasmo per il risultato raggiunto nel campionato 2017/18, ha ulteriormente accresciuto l’ambizione della società bresciana che quest’anno si è presentata ai nastri di partenza con un obiettivo dichiarato: cercare la promozione in B. Il presidente Giuseppe Pasini non ha mai nascosto l’obiettivo e al nuovo ds Andrissi e a mister Toscano è toccato l’onere di provare a trasformare il sogno in realtà. Forti della vittoria dello scudetto di Serie C con la Berretti, la costruzione di questa squadra è partita proprio da loro, dai giovani e dalle conferme, su tutte quella dell’uomo mercato che tanti davano già in partenza, Simone Guerra, lo scorso anno capocannoniere del girone con 19 reti, più 2 nei playoff. A loro sono stati aggiunti diversi innesti e tutti di peso: per la difesa il portiere De Lucia (dal Bari) e il difensore Canini (dall’Atalanta), a centrocampo Pesce e Scarsella protagonisti del vittorioso campionato di Serie C della Cremonese; Davì (Sicula Leonzio) e Vita (Cesena). In attacco, proprio quando tutto sembrava ormai a posto, il colpo da novanta, l’arrivo dal Brescia di Andrea Caracciolo che è andato ad aggiungersi a Guerra, Ferretti, Marchi e al giovane Moraschi. Insomma una rosa che non poteva certo nascondere i propri obiettivi.

Nonostante un inizio di campionato sottotono, la FeralpiSalò una volta recuperati i vari infortunati è riuscita a invertire la rotta e dopo 13 giornate di campionato è al 5° posto in classifica (ma a pari punti con Vis Pesaro e Triestina), con 22 punti e a sole 3 lunghezze dalla vetta. Schierata di solito con un 3-4-1-2 affidato alla regia di Pesce, sabato Toscano dovrà cambiare qualcosa a causa delle assenze per squalifica di Pesce e Magnino, centrale di difesa. Reduce dalla vittoria 1-0 con il Fano, la squadra bresciana ha all’attivo nel complesso sei vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte, ma in trasferta il suo rendimento viaggia sul filo dell’equilibrio, con due vittorie e altrettanti pareggi e sconfitte. Con 15 gol fatti e 13 subiti, attualmente il miglior marcatore della squadra è la mezz’ala Fabio Scarsella con 4 gol segnati, mentre l’”Airone” Caracciolo è a quota 2 come Ferretti, Pesce e Marchi.

 

Foto: FeralpiSalò

Attachment

avverasria