La Virtus Verona, prossima avversaria

La Virtus Verona, prossima avversaria

Sabato 16 la Giana Erminio ospita la Virtus Vecomp Verona, ultima in classifica a 21 punti, con 6 vittorie (di cui 2 in trasferta), 3 soli pareggi tutti lontani dalle mura amiche e 17 sconfitte, delle quali 8 in trasferta. Si tratta di uno scontro diretto importante in chiave salvezza, dato che la squadra veronese si trova a soli 4 punti di distanza dalla Giana, che nella gara di andata l’aveva battuta 3-0.

O bianco o nero, la squadra di Luigi Fresco (allenatore e presidente della Virtus Vecompo Verona) non è comunque un 11 da mezze misure e, nell’era dei 3 punti, questa filosofia gli permette di rimanere attaccata al treno dei play out nonostante le 17 sconfitte in 26 gare, molte più di quante ne abbiano subite le altre squadre che sono lì in fondo alla classifica. I numeri mettono molto vicine Giana Erminio e Virtus Verona: in attacco 23 reti segnate per entrambe, mentre quella veneta è la peggior difesa del campionato con i 40 gol incassati fino ad oggi. Motivo per cui il calciomercato di gennaio ha portato in dote un difensore d’esperienza come Dario Polverini, classe 1987, svincolatosi dalla Pro Piacenza e che in Serie C ha giocato tante stagioni, in piazze come Pisa, Vicenza e Busto Arsizio. Proprio Polverini è però uno dei giocatori in dubbio per la partita di sabato: ha un problema muscolare che gli ha impedito di giocare nel turno infrasettimanale e non si sa se sarà della gara. Tra i titolari fissi arrivati dal mercato di gennaio c’è anche Daniele Giorico, centrocampista d’esperienza con un passato in Serie B a Modena e quest’anno al Carpi; Daniel Onescu, 25enne rumeno arrivato dal Bisceglie; per l’attacco, perso Momentè, si è puntato su Nolè, anche lui alla Pro Piacenza quest’anno, dove aveva segnato 6 gol in 14 gare; infine c’è stato il ritorno di Massimo Goh N’Cede, tra i protagonisti della promozione lo scorso anno e che ha giocato la prima parte di stagione in una squadra di Serie C ucraina.