Alessandria-Giana Erminio 1-0

Ventitreesima giornata di campionato in trasferta allo Stadio Moccagatta di Alessandria, con l’esordio da titolare del nuovo acquisto Tiziano Polenghi e dal 17′ della ripresa di Gasbarroni. Gara avarissima di occasioni e giocata su un campo molto pesante, che tuttavia l’Alessandria è riuscita a vincere di misura.

La gara entra subito nel vivo dal punto di vista dell’intensità, con la Giana che gioca a viso aperto senza particolari timori. La prima occasione arriva però solo al 10′, su calcio piazzato, ed è targata Alessandria, che guadagna una punizione dai 25 m: battuta da Rantier direttamente in porta, trova l’uscita coi pugni di Paleari, che allontana il pericolo. Al 13′ altro calcio di punizione dai 30 m per i padroni di casa, con Obodo al tiro, che però non centra lo specchio della porta. Al 21′ una punizione sulla trequarti sempre per l’Alessandria arriva in mezzo all’area e viene colta dalla testa di Marconi, ma il tiro non impensierisce Paleari pronto a bloccare. Al 24′ arriva la prima punizione per la Giana, con Crotti al tiro dalla trequarti e Vitofrancesco che devia in angolo. Seguono altri due corner ravvicinati per la Giana, che sulla mezz’ora sta cercando di alzare il pressing. Al 31′ arriva il primo corner per l’Alessandria, ma Augello allontana senza problemi. Dopo una fase di stanca della partita, al 38′ si sblocca il risultato in favore dei padroni di casa, con un cross di Vitofrancesco dalla sinistra, che capitan Rantier aggancia al volo e insacca alla sinistra di Paleari.

Ripresa senza cambi, con l’Alessandria subito in avanti per cercare di chiudere la partita, ma la prima parvenza di occasione è per la Giana, con Pinto che prova il tiro dalla distanza: troppo debole e Poluzzi blocca in elevazione. Al 14′ Iunco replica, con un debole rasoterra dal limite dell’area che non crea problemi a Paleari. Al 17′ arriva il momento del nuovo acquisto Gasbarroni, che viene inserito al posto di Crotti. Poco dopo, una punizione dalla trequarti per la Giana arriva in area alla sinistra di Poluzzi, con Bonalumi che sopraggiunge e di testa impegna il portiere avversario in tuffo. Al 27′ arriva anche il secondo cambio per la Giana, con mister Albè che inserisce Sarao al posto di Spiranelli e 3′ più tardi entra Rossini che rileva Bonalumi, per cercare di essere più incisivi in fase di realizzazione. Giana sempre in avanti, infatti, per i restanti minuti di gioco, ma senza riuscire a concludere. Al 45′ una punizione centrale dal limite dell’area in favore dell’Alessandria, vede Marconi sibilare un rasoterra insidiosissimo al quale Paleari si oppone parando d’istinto a fil di palo e mandando in angolo. Dopo 4′ di recupero, il triplice fischio spegne le speranze della Giana.

«Oggi ci siamo un po’ adeguati al sistema di gioco dell’Alessandria, che ha una fisicità che ci aveva già messo in difficoltà all’andata si è ripetuta anche oggi – analizza mister Albè a fine gara – Potevamo sicuramente far meglio nel primo tempo, ma abbiamo lavorato molto, molto male davanti. Una volta in svantaggio è stato molto difficile, abbiamo avuto una mezza occasione con Bonalumi, non che l’Alessandria ne abbia avute molte, ma la differenza di punti evidentemente vuol dire qualcosa. Noi oggi abbiamo modificato il modulo in 3-5-2, con l’ingresso di Polenghi, che non mi è per nulla dispiaciuto, ma nel complesso abbiamo fatto male con le ripartenze. Infine mi ha molto colpito la curva dell’Alessandria, la più piena che abbia mai visto quest’anno e che ha continuato a sostenere la squadra anche qualndo buttava via qualche pallone».

Alessandria-Giana Erminio 1-0

Alessandria: Poluzzi, Sosa De Luca, Sirri, Morero, Valentini, Mora, Vitofrancesco (Spighi 20′ st), Obodo, Marconi, Rantier (Mezavilla 29′ st), Iunco (Germinale 23′ st). A disp: Cizza, Sabato, Spighi, Germinale, Cavalli, Nicolao, Mezavilla. Allenatore: Luca D’Angelo.

Giana Erminio: Paleari, Perico, Montesano, Marotta, Bonalumi (30′ st Rossini), Polenghi, Spiranelli (Sarao 27′ st), Pinto, Perna, Crotti (Gasbarroni 17′ st), Augello. A disp: Ghislanzoni, Sosio, Gasbarroni, Di Lauri, Solerio, Rossini, Sarao. Allenatore: Cesare Albè.

Direttore di gara: Sig. Davide Andreini di Forlì. Assistenti: Sig.ri Alessio Bertasi di Verona e Flavio Zancanaro di Treviso.

Marcatori: Rantier 38′ pt

Recupero: 0′ pt, 4′ st

Angoli: 3-3

Ammoniti: Obodo 41′ pt, Germinale 24′ st, Perna 38′ st

Attachment

20150201_165618