ANDATA GIANA-PORDENONE 2-1

ANDATA GIANA-PORDENONE 2-1

La vince la Giana la gara di andata del 2° turno Play Off, giocata oggi davanti al pubblico del Comunale Città di Gorgonzola con il Pordenone, terza classificata nel girone B del campionato Lega Pro.

Primo tempo 1-1, a Bruno risponde Cattaneo allo scadere

Si parte subito con un buon ritmo e al 2’ si registra la prima occasione della Giana con Perna, che aggancia un passaggio dalla destra di Iovine e, fra tre avversari, calcia a fil di palo. Dopo un minuto ci prova Bruno dalla distanza, servito all’indietro da Augello, ma Tomei blocca senza troppi patemi. All’8’ si fa vedere il Pordneone con il giovane Zappa, che trova un corridoio e da posizione centrale scaglia verso la rete di potenza, ma Viotti con una mano devia in corner. Al 12’ ancora Iovine sfugge sulla sinistra e con un diagonale cerca la porta, ma Tomei in tuffo blocca a terra. Al 16’ punizione dalla trequarti per la Giana, Pinardi calcia in area e Bonalumi di testa gira di pochissimo fuori. Al 24’ Iovine, scatenato sulla fascia destra, confeziona un assist perfetto per Bruno che, accerchiato dagli avversari, riesce ad agganciare di testa ma a concludere fuori di poco. Al 28’ Bruno però non sbaglia e sblocca il risultato: Pinardi innesca l’azione che porta Perico, dalla destra, a crossare al limite dell’area piccola dove c’è il bomber biancazzurro, che svetta sul diretto marcatore e di testa batte Tomei. Al 36’ ancora Bruno, lanciato da Pinardi, ubriaca i difensori e calcia deciso in porta, ma una deviazione in extremis della retroguardia neroverde porta al corner. Al 43’ altra bella occasione per la Giana: Bruno, servito da Augello, si sistema la palla e calcia di potenza dal limite dell’area e Tomei è costretto in tuffo a deviare in angolo. Al 44’ arriva il pareggio del Pordenone con Cattaneo: dalla sinistra il tiro cross sul primo palo di De Agostini viene rinviato di testa da Marotta, ma è troppo debole e centrale Cattaneo dal limite dell’area è pronto ad agganciare e con un rasoterra velenoso ad infilare la porta difesa da Viotti.

Secondo tempo 2-1, Pinardi di rigore

Rientrano in campo gli stessi ventidue del primo tempo e al 1’ c’è la prima occasione per il Pordenone con Arma, che al termine di un’azione insistita gira a rete da distanza ravvicinata, ma Viotti para in due tempi. Reagisce la Giana e al 5’ confeziona un’azione partita da Augello per Bruno, che dal limite con una girata scaglia verso la porta neroverde, ma la sua conclusione termina sopra la traversa. Al 7’ punizione dalla trequarti per il Pordenone con Zappa che crossa in area e De Agostini che gira a rete, ma la palla esce alla destra di Viotti. Al 10’ è rigore per la Giana, per fallo di Tomei su Marotta in area: Pinardi, come domenica scorsa con la Viterbese, si presenta sul dischetto e questa volta non sbaglia, spiazzando completamente il portiere neroverde. Passa un minuto e Misuraca insacca un gol che viene annullato per fuorigioco. Al 15’ primo cambio per mister Tedino, che inserisce Martignago al posto di Bulevardi. Al 19’ Perna lanciato a rete viene deviato in corner in extremis e dalla bandierina Pinardi si presenta con un cross al bacio che Tomei è costretto ad allontanare con i pugni. Al 23’ secondo cambio per il Pordenone: esce Zappa ed entra Buratto. Al 26 su rimessa laterale la palla arriva ad Arma, ben marcato da Montesano e il suo aggancio di testa finisce di poco sopra la traversa. Al 34’ Bruno, lanciato da Marotta con un cross perfetto, viene anticipato di un soffio da Tomei in uscita. Ultimo cambio al 36’ per mister Tedino, che sostituisce Cattaneo con Padovan. Al 39’ primo cambio anche per mister Albè, che inserisce Biraghi al posto di Pinardi. Al 41’ angolo per il Pordenone, sul cross Marchi di testa butta fuori di poco. Al 42’ secondo cambio per la Giana: esce Perna entra Pinto. Il Pordenone va all’arrembaggio, ma al 46’ mister Albè spezza il gioco e inserisce Appiah al posto di Chiarello e dopo 4’ di recupero è la Giana ad esultare. La gara di ritorno si giocherà mercoledì 24 maggio al Bottecchia di Pordenone: in caso di parità di punti conterà la differenza reti, ma in caso di ulteriore parità niente supplementari né rigori: passerà il Pordenone meglio classificato al termine della regular season.

GIANA ERMINIO-PORDENONE 2-1

Giana Erminio (3-4-1-2): Viotti, Perico, Bonalumi, Montesano, Iovine, Pinardi (Biraghi 39’ st), Marotta, Augello, Chiarello (Appiah 46’ st), Bruno, Perna (Pinto 42’ st). A disp: Sanchez, Capaccio, Tremolada, Rocchi, Sosio, Pinto, Biraghi, Greselin, Capano, Appiah, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè.

Pordenone (4-1-4-1): Tomei, Semenzato, Ingegneri, Marchi, De Agostini, Suciu, Bulevardi (Martignago 15’ st), Cattaneo (Padovan 36’ st), Misuraca, Zappa (Buratto 23’ st), Arma. A disp: D’Arsiè, Pellegrini, Padovan, Martignago, Parodi, Buratto, Gerbaudo, Pietribiasi. Allenatore: Bruno Tedino.

Direttore di gara: Signor Alessandro Prontera di Bologna. Assistenti: Signor Michele Falco di Bari e Signora Lucia Abruzzese di Foggia. Quarto Ufficiale: Signor Andrea Capone di Palermo.

Marcatori: Bruno 28’ pt, Cattaneo 44’ pt, Pinardi 11’ st rig.,

Recupero: 0’ pt, 4’ st

Angoli: 4-4

Ammoniti: Pinardi 29’ pt, Perico 6’ st, Tomei 10’ st, Martignago 16’ st, Zappa 22’ st, Marchi 37’ st

 

 

Attachment

GORGONZOLA - CALCIO GIANA CANALI