ATALANTA-GIANA ERMINIO 3-1

ATALANTA-GIANA ERMINIO 3-1

Esordio di lusso per la Giana Erminio 2017/18, che in data odierna ha salutato per la prima volta in questa stagione i propri tifosi in quel di Clusone (BG), affrontando l’Atalanta nel test amichevole che ormai si ripresenta per il terzo anno consecutivo. La Giana esordisce con la tenuta verde fluo, la “third” griffata Macron. Due tempi regolari da 45’ l’uno tra i ragazzi di Cesare Albè e quelli di Gian Piero Gasperini, che battono la Giana 3-1 al termine di una gara dove la Giana comunque non ha sfigurato affatto. La gara sarà trasmessa integralmente da BergamoTv lunedì 24 luglio alle ore 22.00.

Primo Tempo 2-1

La gara comincia con una fase di studio e palleggio a centrocampo, con l’Atalanta che tenta qualche affondo, ma la retroguardia della Giana fa buona guardia. Intorno al 10’ anche la Giana fa i primi tentativi nell’area avversaria, soprattutto con Chiarello, che impegna la difesa dei padroni di casa. Al l’11’ la Giana affonda: Marotta guadagna un pallone sulla trequarti, serve Perna che di tacco appoggia per l’accorrente Chiarello, che va alla conclusione sfuggendo alla difesa, ma il suo tiro è centrale e viene parato da Radunovic. Calcio d’angolo per la Giana subito dopo e dalla bandierina Chiarello calcia in mezzo per Bonalumi, che di testa segna per il vantaggio della Giana. Un vantaggio che dura un minuto, dato che Cornelius sfugge e, anche lui di testa, batte Sanchez. Al 19’ Ilicic guadagna un pallone e da 25 metri sibila un tiro di potenza diretto sotto la traversa, ma Sanchez si supera e con un colpo di reni devia in corner. Al 29’ punizione per l’Atalanta dal vertice sinistro, con Ilicic sulla palla: calcia direttamente in porta, ma Perna stoppa di petto e allontana. Al 34’ un’incomprensione tra Sosio e Sanchez porta il pallone da un retropassaggio in una sfortunata autorete. Un minuto più tardi ci prova Chiarello a ristabilire la parità sfuggendo alla difesa della Dea, ma il suo tiro in diagonale è troppo angolato e si conclude sul fondo. Al 40’ la Giana sfiora il pareggio con Okyere, che aggancia un passaggio di Iovine e calcia un diagonale che, a Radunovic battuto, sfiora il secondo palo e si spegne sul fondo. Al 43’ Ilicic approfitta di un rimpallo sulla trequarti e dalla sinistra prova la conclusione, smarcandosi da Seck, ma Bonalumi in spaccata gli sbarra la strada.

Secondo tempo 3-1

Nella ripresa cambiano le squadre: per l’Atalanta entrano in campo Gollini, Del Prato, Palomino, Masiello, Haas, Freuer, Spinazzola, Hateboer, Kurtic, Gomez e Vido, mentre per la Giana Taliento, Perico, Rocchi, Montesano, Sala, Pinto, Pinardi, Augello, Caldirola, Capano e Bruno. Al 6’ l’Atalanta guadagna un calcio di punizione centrale dal limite dell’area: il Papu Gomez sul pallone calcia, ma la palla sbatte sulla barriera e viene deviata in corner. Al 12’ Spinazzola arriva alla conclusione dal limite con un tiro di potenza che viene deviato on corner dalla difesa della Giana. Al 23’ Hateboer riesce ad approfittare di un passaggio in profondità, benchè intercettato da Rocchi e a presentarsi al tiro, ma Taliento gli si butta letteralmente sui piedi e blocca la palla senza fallo. Un minuto più tardi ci prova il Papu con un tiro angolato dalla sinistra, ma Perico lo disturba e la palla finisce sull’esterno della rete. Al 26’ corner per l’Atalanta e sulla ribattuta della difesa Masiello prova il tiro di potenza da fuori area, ma non inquadra lo specchio della porta. Al 34’ mister Albè inserisce il classe 2000 Cogliati al posto di Capano. Al 36’ Papu serve un pallo al bacio per Vido, che al limite dell’area piccola va alla conclusione, ma Taliento gli dice no. Un minuto più tardi però Vido non sbaglia, servito davanti alla porta da Spinazzola che dribbla la difesa della Giana e offre al compagno l’occasione che non si può sbagliare. Al 43’ il neoentrato Cogliati sfugge sulla destra e punta la porta, ma il suo tiro sfiora il palo.

Atalanta-Giana Erminio 3-2

Atalanta (3-4-3): Radunovic, Toloi, Mancini, Bastoni, Cristante, Pessina, Castagne, Ilicic, Orsolini, Gosens, Cornelius. A disp: Berisha Gollini, Rossi, Masiello, Palomino, Gomez, Freuler, Caldara, Vido, Melegoni, Eguelfi, Kurtic, Petagna, Haas, Hateboer, Spinazzola, Schmidt, Del Prato. Allenatore: Gian Piero Gasperini

Giana Erminio (3-4-1-2): Sanchez, Sosio, Bonalumi, Concina, Iovine, Greselin, Marotta, Seck, Chiarello, Perna, Okyere. A disp.: Taliento, Sala, Perico, Augello, Caldirola, Rocchi, Capano, Pinto, PInardi, Bruno, Montesano, Cogliati. Allenatore: Cesare Albè

Direttore di gara: Signor Alessandro Di Graci di Como (Can D). Assistenti: Dario D’Onofrio di Busto Arsizio e Fabrizio Giorgi di Legnano.

Marcatori: Bonalumi 13’ pt, Cornelius 14’ pt, Sosio (aut.) 35’ pt, Vido 38’ st

Angoli: 7-3

Attachment

IMG_1446