Coppa Italia GIANA-ALESSANDRIA 3-1

Secondo Turno di Coppa Italia Lega Pro per la Giana Erminio, mai così avanti in questa competizione, giocato davanti al pubblico di casa con l’Alessandria, che ha esordito nel torneo dopo l’eliminazione in Tim Cup ad opera del Perugia il 7 agosto scorso ed oggi, contestualmente, è uscita definitivamente dalla Coppa: dopo 120’ la Giana vince 3-1 e passa agli ottavi di finale, che si disputeranno il prossimo 23 novembre contro la vincente tra Como e Cremonese.

Formazioni con modulo speculare quelle schierate oggi in campo dai due allenatori e caratterizzate da giocatori in turnover. Dopo una fase di studio iniziale, al 9’ mister Braglia è costretto a sostituire Sestu, fermato da uno stiramento muscolare, con Fischnaller.  Al 17’ la prima azione pericolosa è della Giana, con Pinto che sfugge sulla sinistra e crossa al centro per Perna, che accorre e al volo prova ad agganciare e a concludere, ma la palla finisce troppo alta sopra la traversa. Al 28’ ancora una cavalcata di Pinto serve Capano al centro della lunetta il quale, accerchiato da un nugolo di avversari, riesce a trovare la conclusione, ma il suo tiro finisce alto. Al 30’ primo corner del match in favore degli ospiti: Iocolano dalla bandierina calcia direttamente sull’esterno della rete. Al 32’ rigore un po’ generoso in favore dell’Alessandria per fallo su Cottarelli: Marconi si incarica di trasformare nel gol del vantaggio, battendo Sanchez con un tiro teso di potenza. Al 36’ sostituzione anche per mister Albè, che sostituisce un acciaccato Augello con Solerio, il quale al 39’ da posizione defilata sulla sinistra trova una conclusione velenosa che però si stampa sull’esterno della rete. Al 46’ bella azione di Solerio che sfugge sulla sinistra e dalla linea di fondo trova il cross basso, che però d’un soffio Pinto non riesce a raccogliere e la palla sfila fuori.

Nella ripresa mister Braglia dal 1’ inserisce Mezavilla al posto Gozzi. Al 7’ una bella azione porta Chiarello alla conclusione in rete, ma l’assistente aveva alzato la bandierina un attimo prima e il gol viene annullato. Al 13’ Iocolano che sfugge sulla sinistra a cercare Fischnaller, ma il suo cross viene mancato di un soffio. Subito dopo mister Albè inserisce Lella al posto di Capano e al 14’ Solerio al centro dell’area con un mancino al volo cerca la porta, ma La Gorga si supera e salva il risultato. Al 17’ è ancora la Giana a pressare alto e Lella appoggia per Chiarello, che con una gran botta dal limite scalda i guantoni a La Gorga. Al 21’ mister Braglia ricorre all’ultima sostituzione, richiamando in panchina Iocolano in favore di Spriano. Al 25’ ancora un’occasione targata Giana con Lella, che approfitta di un rimpallo su cross in mezzo di Solerio e con una girata al volo scaglia in porta di potenza una palla che colpisce La Gorga sul piede e viene respinta. Al 30’ Pinto è costretto ad uscire in seguito ad uno scontro di gioco e al suo posto entra Greselin. Al 39’ arriva il pareggio: Greselin ruba palla sulla trequarti e si accentra per il tiro, che La Gorga respinge senza trattenere la palla, sulla quale si avventa Perna e insacca a porta vuota. Al 47’ punizione per gli ospiti dai 25 metri, con Marconi sul pallone che tira direttamente in porta, ma Sanchez devia in corner con una bella parata.

Finito il tempo regolamentare, dopo un breve intervallo si procede a giocare due tempi supplementari da 15’ ciascuno, con i cambi esauriti da ambo le parti. Al 4’ grande azione di Lella, che raccoglie un suggerimento di Chiarello e con un cross al bacio serve Perna davanti a La Gorga e il numero dieci biancazzurro firma la doppietta di giornata. Al 10 arriva meritatamente il gol anche per Lella, che dal limite dell’area, tallonato da tre difensori, si libera per il tiro che batte La Gorga per il triplice vantaggio biancazzurro e la sua prima rete in maglia Giana. All’11’ sts Marconi dalla destra con un traversone basso che attraversa pericolosamente tutta l’area a cercare il secondo palo, mette la palla fuori di poco.

“E’ passata la squadra che ci teneva di più, anche se non è stato facile giocare 120’ per giocatori che giocano normalmente così poco” – ha commentato mister Braglia in sala stampa. Comprensibilmente soddisfatto Mister Albè: “Contentissimo per la squadra, per i ragazzi che ci hanno messo l’anima. La volontà loro è stata superiore a quella dell’Alessandria: hanno fatto bene tutti. Partiamo dal presupposto che questa è l’Alessandria della Coppa Italia, ma perdere spiace a tutti. Quando sono passati in vantaggio, i nostri giocatori si sono sentiti pungere sul vivo e hanno tirato su le maniche sino a che, ad un certo punto del secondo tempo, c’era la sensazione che l’Alessandria non si raccapezzasse più. L’entrata di Lella, prepotente, ha poi spaccato la partita. Abbiamo una bella rosa, ma la cosa positiva è l’orgoglio che ci hanno messo e la qualità che hanno mostrato”.

GIANA ERMINIO-ALESSANDRIA 3-1

Giana Erminio (3-4-3): Sanchez, Bonalumi, Rocchi, Montesano, Sosio, Biraghi, Pinto (Greselin 30’ st), Augello (Solerio 36’ pt), Capano (Lella 13’ st), Perna, Chiarello. A disp: Viotti, Perico, Solerio, Tremolada, Pinardi, Marotta, Iovine, Greselin, Bruno, Lella, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè

Alessandria (3-4-3): La Gorga, Sosa, Gozzi (Mezavilla 1’ st), Cottarelli, Nicco, Branca, Barlocco, Sestu (Fischnaller 9’ pt), Marconi, Iocolano (Spriano 21’ st). A disp: Bertoglio, Mezavilla, Fischnaller, M’Hamsi, Aramini, Sala, Spriano. Allenatore: Piero Braglia

Direttore di gara: Signor Davide Miele di Torino. Assistenti: Signori Alessio Berti di Prato e Lorenzo Meozzi di Empoli

Marcatori: Marconi 32’ pt rig, Perna 39’ st e 4’ pts, Lella 10 pts

Recupero: 2’ pt, 4’ st

Angoli: 10-4

Ammoniti: Cottarelli 4’ st, Biraghi 7’ pts, Marconi 6’ sts

 

Attachment

img_7764