GIANA ERMINIO-ALESSANDRIA 0-3

Nella tredicesima giornata di campionato la Giana Erminio accoglie l’Alessandria senza la presenza in panchina di mister Cesare Albè, causa un’indisposizione dell’ultim’ora che porta il suo vice, Raul Bertarelli, a guidare la squadra che, dopo aver giocato in dieci uomini dalla mezz’ora del primo tempo, subisce una sconfitta 3-0 che si registra come il risultato peggiore dall’inizio del campionato.

Le squadra partono subito a viso aperto e al 2′ arriva uno squillo Giana, con Marotta che ruba palla e sfugge alla difesa, appoggiando per Perna poco fuori il limite dell’area: il numero dieci biancazzurro lascia partire un destro che sibila poco distante dal primo palo. Al 5′ Vitofrancesco dalla sinistra cerca la conclusione che Paleari in uscita blocca tra le mani. La gara procede accesa dal punto di vista agonistico, ma sostanzialmente equilibrata: al 21′ ci prova Marras, ma la sua conclusione finisce alrissima sopra la traversa. Al 8′ punizione dalla trequarti pe ri Grici, con Vitofrancesco sul pallone: il suo cross viene deviato in angolo da Rossini. Sul ribaltamento di fronte Cogliati ubriaca la difesa avversaria e riesce a crossare per l’accorrente Pinto, che però calcia male e manda alle stelle. Al 31′ l’episodio che cambia la gara: Iocolano dalla destra con un gran tiro colpisce l’incrocio dei pali e sul rimbalzo Montesano, reo di fallo di mano, viene espulso con rosso diretto, mentre l’arbitro concede il conseguente rigore all’Alessandria, che Bocalon trasforma per l’1-0. Con la Giana in dieci uomini, al 35′ mister Bertarelli effettua il primo cambio, inserendo un difensore in più, Bonalumi e sacrificando Rossini. Al 36′ la Giana reclama un rigore su Perna, spinto in area da Morero mentre cercava da ottima posizione di agganciare un cross di Perico.

Nessun cambio all’inizio della ripresa e quando non passano che venti secondi Vitofrancesco ha l’occasione per raddoppiare, ma spreca agganciando al volo un cross di Iocolano e mandando la palla fuori di poco. Nonostante l’uomo in meno, la Giana alza sensibilmente il pressing e al 10′, su corner battuto da Augello, Biraghi al volo calcia alto. Subito dopo è Iocolano a sfiorare il secondo palo della porta difesa da Paleari con un rasoterra diagonale dalla sinistra. Al 17′ raddoppio dell’Alessandria con Sperotto, che dal vertice sinistro calcia un diagonale che finisce direttamente in porta. Mister Bertarelli procede al secondo cambio, sostituendo l’unica punta Perna con Bruno. Al 23′ primo cambio anche per mister Gregucci, che richiama Nicco per Loviso. Al 25′ punizione per la Giana dai 35 metri che Biraghi si incarica di calciare in mezzo e Poleghi di testa riesce ad agganciare, chiamando Vannucchi alla parata in tuffo. Al 27′ occasione Giana con Marotta che calcia in avanti per Bruno, il quale supera il portiere in uscita, ma viene fermato in extremis da Vitofrancesco. Al 31′ arriva anche la terza rete dei Grigi con Iocolano, che accangia la volo un cross di Celjak dalla sinistra e trafigge Paleari. Al 35′ la Giana effettua il terzo ed ultimo cambio, sostituendo Pinto con Solerio, mentre l’Alessandria cambia Bocalon con Boniperti. Al 38′ Iocolano, sfuggito alla difesa biancazzurra e arrivato al limite dell’area piccola, spreca un pallonetto mandando la palla di poco alta sopra la traversa. A 5′ dal termine terzo cambio per mister Gregucci, che inserisce Mezavilla al posto di Vitofrancesco. Occasionissima Giana al 41′ con Augello che, lanciato da Cogliati, arriva da solo davanti al portiere ma calcia addosso a Vannucchi.

«Il risultato è stata la conseguenza di tutta una serie di episodi – commenta Raul Bertarelli in sala stampa – Fino al rigore, fino a che la partita è stata undici contro undici l’abbiano interpretata bene, non avevamo concesso niente. Dopo il gol e l’epulsione di Montesano è diventata una montagna da scalare. Anche il secondo gol mi è parso un po’ episodico, benché ci sia stata un po’ di complicità da parte di Paleari, ma questo ci ha tagliato le gambe. Chiaro che adesso la situazione diventa dura, ma non dobbiamo fasciarci la testa, anche se siamo solo un punto sopra i playout: mentalmente dobbiamo restare saldi, perchè le partite possono svoltare e possiamo fare punti sempre»

GIANA ERMINIO-ALESSANDRIA 0-3

Giana Erminio: Paleari, Perico, Augello, Marotta, Polenghi, Montesano, Pinto (Solerio 35′ st), Biraghi, Cogliati, Perna (Bruno 18′ st), Rossini (Bonalumi 35′ pt). A disp: Sanchez, Sosio, Bonalumi, Solerio, Sanzeni, Brambilla, Greselin, Capano, Romanini, Gasbarroni, Bruno, Remuzzi. Allenatore: Raul Bertarelli

Alessandria: Vannucchi, Celiack, Sperotto, Vitofrancesco Mezavilla 40′ st), Morero, Sosa De Luca, Marras, Nicco (Loviso 23′ st), Bocalon (Boniperti 36′ st), Branca, Iocolano. A disp: Nordi, Manfrin, Guerriera, Benech, Cittadino, Loviso, Mezavilla, Boniperti, Iunco, Principe. Allenatore: Angelo Gregucci

Direttore di gara: Signor Andrea Morreale di Roma 1. Assistenti: Signori Marco Novellino di Brescia e Antonio Vono di Soverato.

Marcatori: Bocalon 32′ pt (rig), Sperotto 17′ st, Iocolano 31′ st

Recupero: 1′ pt, 3′ st

Angoli: 2-4

Ammoniti: Cogliati 20′ pt, Marras 22′ pt, Augello 27′ pt, Marotta 41′ pt

Espulsi: Montesano 31′ pt

Attachment

20160410_193509_resized