GIANA ERMINIO-CUNEO 0-1

GIANA ERMINIO-CUNEO 0-1

Giana-Cuneo, giocata nell’anticipo che ha aperto la quarta giornata del girone A di Serie C, si è conclusa con un’altra sconfitta per la Giana, che esce dal Comunale con 0 punti, ma con molte proteste per un gol non assegnato.

Primo Tempo 0-1, Anastasia in avvio

Avvio frizzante da parte di entrambe le squadre, con svariate incursioni sventate dalle rispettive retroguardie, ma al 6’ è il Cuneo a trovare il guizzo vincente con Anastasia, che approfitta di un preciso cross di Testoni e di testa in torsione gira in rete battendo Sanchez. La Giana reagisce subito e guadagna due corner in successione, sul primo dei quali Bruno di testa conclude fuori di un soffio. Al 15’ un altro angolo per la Giana si conclude con una strepitosa parata d’istinto di Stancapiano su una conclusione ravvicinata scaturita dalla mischia in area. Al 17’ è invece Sanchez a fare il miracolo, con un colpo di reni alzando con la mano sopra la traversa un’insidiosissima conclusione di testa di Aperi. Al 21’ Bardelloni sfiora il pareggio agganciando un passaggio di Foglio, ma mandando il pallone di poco a lato con un rasoterra. Al 25’ il miracolo lo fa Perico, deviando in corner un tiro di Dell’Agnello. Continuo ribaltamento di fronte, con la Giana in avanti al 33’ e Bruno che prova la conclusione di potenza, alta sopra la traversa.

Secondo Tempo 0-1, fra le proteste

Squadre in campo con gli stessi ventidue del primo tempo e la Giana parte subito all’attacco, conquistando il quarto corner della gara. Al 14’ doppio cambio per i biancazzurri: al posto di Chiarello entra Perna e Concina sostituisce Foglio. Al 16’ c’è il primo cambio anche per gli ospiti, con Baschirotto che sostituisce Anastasia, fresco di cartellino giallo. Al 19’ la Giana conquista una punizione dal limite, ma Bruno calcia sulla barriera. Al 22’ punizione per il Cuneo dai 25 metri, con un tiro cross che Sanchez in uscita blocca tra le mani. Al 23’ terzo cambio per mister Albè, che sostituisce Iovine con Seck, mentre un minuto dopo è il Cuneo a far entrare Zamparo al posto di Aperi. La Giana intanto alza il pressing e al 28’ Bruno viene anticipato di pochissimo da Baschirotto, che devia in angolo. Al 29’ accade l’incredibile: Bruno in girata al volo conclude a rete di potenza una palla che Stancampiano para in due tempi senza trattenere, sembra decisamente all’interno della linea di porta; Perna si avventa sulla palla non trattenuta e la ribadisce in rete: il gol viene assegnato, ma in seguito alle proteste dei giocatori del Cuneo, l’assistente discute con l’arbitro e alla fine il gol non viene assegnato, per presunto fallo sul portiere; per le proteste Bruno viene anche ammonito. Al 35’ doppio cambio per il Cuneo: entrano Gerbaudo e Secondo per Cristini e Provenzano. Doppio cambio anche per la Giana un minuto dopo, sostituendo Marotta con Greselin e Montesano con Capano, ma la partita sta diventando comprensibilmente nervosa. Al 48’ Perico da fuori lascia partire un destro micidiale che si stampa sul sette, sul rimbalzo si avventa Perna, ma Stancampiano fa il miracolo.

GIANA ERMINIO-CUNEO 0-1

Giana Erminio (3-4-1-2): Sanchez, Perico, Bonalumi, Montesano (Capano 36’ st), Iovine (Seck 23’ st), Marotta (Greselin 36’ st), Pinto, Foglio (Concina 14’ st), Chiarello (Perna 14’ st), Bruno, Bardelloni. A disp: Taliento, Sosio, Concina, Seck, Rocchi, Greselin, Capano, Caldirola. Allenatore: Cesare Albè

Cuneo (4-3-3): Stancampiano, Quitadamo, Conrotto, Boni, Testoni, Cristini (Gerbaudo 35’ st), Rosso, Provenzano (Secondo 35’ st), Aperi (Zamparo 24’ st), Dell’Agnello, Anastasia. A disp: Bambino, Baschirotto, Mobilio, Zamparo, Gerbaudo, Martino, Boniperti, Genovese, Secondo, Pellini, Maresca, D’Ignazio. Allenatore: Massimo Gardano

Direttore di gara: Signor Francesco Raciti di Acireale. Assistenti: Signori Davide Meocci di Siena e Dario Garzelli di Livorno

Marcatori: Anastasia 6’ pt

Recupero: 0’ pt, 4’ st

Angoli: 7-3

Ammoniti: Cristini 36’ pt, Pinto 6’ st, Bruno 31’ st, Dell’Agnello 36’ st, Bardelloni 44’ st

 

 

 

 

Attachment

D32_9038