GIANA ERMINIO-MONZA 2-1

Il derby Giana-Monza, valido per la 26a giornata di campionato, settima del girone di ritorno, sorride alla Giana, che incassa altri tre punti importantissimi in chiave salvezza.

La Giana Erminio scende in campo con la maglia limited edition che reca sul petto la toppa a forma di cuore di Live Onlus, ente no profit da anni attivo in Italia nella donazione dei Defibrillatori, che a fine gara ha raccolto le maglie dei giocatori per metterle all’asta su ebay per la raccolta fondi in favore del progetto “Cuore Batticuore”.

Si parte e dopo 26 secondi Davide Sinigaglia trova il primo gol con la maglia della Giana, segnando la rete più veloce della stagione! Gasbarroni allarga per Rossini al limite dell’area, il quale protegge palla e passa a Sinigaglia, che in diagonale infila la porta di Chimini. La partita entra subito nel vivo da ambo le parti e al 6′ è ancora Sinigaglia a trovarsi da solo nei pressi di Chimini, che però lo anticipa di un soffio. Al 10′ si presenta un pericolo in area Giana, con Valencic che riesce ad agganciare un passaggio di Torri e ad arrivare a pochi passi da Paleari, ma l’estremo difensore biancazzurro lo anticipa. Al 13′ calcio d’angolo per la Giana, con Gasbarroni al tiro, torre di Polenghi e Sinigaglia di testa che sfiora il palo. Il Monza tuttavia è vivo e al 14′ impegna Paleari in uscita coi pugni su tiro laterale di Torri. Segue una lunga fase nella quale scarseggiano le occasioni, si gioca prevalentemente a centrocampo senza riuscire ad impensierire i portieri, anche se il Monza cerca sempre di guadagnare la profondità. Al 41′ il classe ’97 Pessina riesce a creare scompiglio in area della Giana con un colpo di testa, che però Paleari blocca prontamente fra le mani. Al 47′ De Bode rimedia la seconda ammonizione della gara per una trattenuta su Sinigaglia lanciato verso la porta e il direttore di gara estrae il scondo giallo e quindi il rosso. Il Monza termina quindi la prima frazione di gioco in dieci uomini.

Nella ripresa mister Pea fa entrare Frasciello dal 1′ al posto di Toskic e nel giro di 1′ ad una conlclusione debole di Marotta, risponde un lancio lungo degli avversari per Torri, che sfiora di testa a pochi passi da Paleari, lasciando finire la palla sul fondo. La Giana alza subito il pressing alla ricerca del raddoppio, che arriva al 6′ con Rossini, che da distanza ravvicinata insacca agganciando il passaggio di Sinigaglia. Al 9′ c’è spazio per una conclusione centrale di Gasbarroni, che arriva tra le braccia di Chimini. All’11’ una punizione per il Monza, centrale dal 30 m, accorcia le distanze: Uliano al tiro calcia direttamente in porta e trafigge Paleari. Il Monza, rinvigorito, al 13′ guadagna una punizione dal limite dell’area e Uliano si ripresenta al tiro, ma la palla sfila sul fondo. A questo punto mister Albè sostituisce l’ammonito Polenghi con Bonalumi e al 18′ la Giana guadagna una punizione dai 25 metri con Augello che calcia, ma la palla finisce di poco alta sopra la traversa. Al 22′ conclusione di Bernasconi dalla sinistra, con la palla che finisce tra le braccia di Paleari. Al 24′ Bernasconi atterra Gasbarroni sulla trequarti e Biraghi si incarica di calciare la punizione, che sfila sul fondo, a poca distanza dall’incrocio dei pali. Al 26′ il direttore di gara espelle dalla panchina anche il vice di Pea, Veronese, per proteste. Al 28′ seconda sostituzione per la Giana, con Perna che rileva Gasbarroni. Al 29′ Augello crossa in mezzo per Rossini, che al volo aggancia, ma la palla finisce alla sinistra di Chimini. Al 33′ calcio di punizione per la Giana: dai 30 m si presenta Biraghi sulla palla, ma non centra la porta. Al 34′ terza sostituzione per mister Albè, che inserisce Pinto al posto di Rossini. Al 37′ Sinigaglia lanciato da Marotta arriva in area, ma la palla sfiora il secondo palo. Al 38′ è la volta di Perna, che dalla distanza tira una palla di potenza a mezza altezza, che esce di poco. Al 42′ sesto angolo per il Monza, con Paleari che esce coi pugni ad allontanare la palla. La gara finisce dopo 3′ di recupero il derby e altri 3 punti importantissimi in chiave salvezza.

«Oggi non mi è piaciuta gran chè la partita, soprattutto come l’abbiamo gestita dopo il gol del 2-1 – commenta mister Albè a fine gara – anche Gasbarroni non ha fatto benissimo, ma col senno di poi l’avrei lasciato in campo per tutto il secondo tempo per la gestione della palla. Comunque il risultato è positivo, senza aver rubato nulla». Anche Gasbarroni è della stessa opinione, in sala stampa: «Siamo stati bravi a portarla a casa, nonostante il gol subito su punizione – e aggiunge, sul proprio stato fisico – io qui a Monza ho dato tanto e non accetto recriminazioni o illazioni sulla mia salute».

GIANA ERMINIO-MONZA 2-1

Giana Erminio: Paleari, Perico, Solerio, Marotta, Polenghi (Bonalumi 14′ st), Montesano, Rossini (Pinto 34′ st), Biraghi, Sinigaglia, Gasbarroni (Perna 28′ st), Augello. A disp: Ghislanzoni, Bonalumi, Pinto, Crotti, Perna, Spiranelli, Recino. Allenatore: Cesare Albè.

Monza: Chimini, El Hasni, De Bode, Giorgi (Carbonaro 34′ st), Martinez, Pugliese, Toskic (Frasciello 1′ st), Uliano, Torri, Pessina, Valencic (Bernasconi 9′ st). A disp: De Lucia, Frasciello, Corduas, Asante, Conti, Carbonaro, Bernasconi. Allenatore: Fulvio Pea.

Direttore di gara: Fabio Schirru di Nichelino. Assistenti: Andrea Trovatelli di Prato e Riccardo Locatelli di Novara.

Marcatori: Sinigaglia 1′ pt, Rossini 6′ st, Uliano 11′ st

Recupero: 3′ pt, 3′ st

Angoli: 6-6

Ammoniti: De Bode 17′ pt, Polenghi 13′ st, Frasciello 18′ st, Pinto 44′ st

Espulsi: De Bode 47′, Veronese, vice allenatore Monza (26′ st)

Attachment

20150222_150434