Giana-Padova 1-2

Quindicesima giornata di campionato, ultima casalinga prima dello stop natalizio, che parte subito ad alto ritmo. Non passano che due minuti di studio e il Padova trova subito la prima occasione: Altinier aggancia di testa un cross di Ilari ma viene anticipato da Polenghi. La gara entra nel vivo e al 5′ una discesa di Augello sulla fascia sinistra porta al cross lungo per l’accorrente Bruno, che allunga il piede al massimo, ma non riesce a centrare la porta. Al 18′ ancora Bruno, servito da Perna, prova la conclusione di potenza dal limite dell’area, ma Petkovic blocca. Al 27′ arriva il gol del vantaggio ospite con Altinier, che aggancia un passaggio di Ilari e da distanza ravvicinata anticipa Sanchez in uscita. Al 36′ Pinto dalla destra mette in mezzo per Bruno, ma la difesa ospite anticipa davanti alla porta e allontana. Al 43′, su un calcio d’angolo, Petrilli tocca di mano e l’arbitro assegna il penalty in favore della Giana, ma Bruno dal dischetto tira pianissimo e Petkovic blocca a terra senza troppa difficoltà.

La ripresa comincia con gli stessi undici in campo, ma al 2′ arriva il raddoppio del Padova con Neto Pereira, che approfitta di uno scivolone di Polenghi, intervenuto su un retropassaggio di Biraghi, per agganciare il pallone e arrivare da solo davanti a Sanchez e scavalcarlo, mettendo in rete. Al 6′ la Giana si avvicina con un bel fraseggio all’area avversaria e Biraghi dal limite prova la conclusione all’angolino, ma la palla finisce di poco fuori. Al 13′ mister Albè effettua un doppio cambio sostituendo Biraghi con Marotta e Polenghi con Capano. Al 18′ sugli sviluppi di un corner per il Padova Altinier prova la conclusione a giro, ma la palla finisce sul fondo. Al 20′ primo cambio per gli ospiti, con Ramadani che rileva Corti. Al 30′ ecco che Bruno accorcia le distanze, agganciando un traversone di Marotta e infilando la porta di Petkovic dalla destra. Al 35′ cambio per il Padova, con Bearzotti che sostituisce Petrilli; terza sostituzione anche per la Giana, con Romanini che rileva Rossini. L’ultima frazione di gioco è estremamente concitata, con la Giana costantemente all’assedio dell’area avversaria e per contenere al 40′ mister Pillon effettua il terzo cambio: Giandonato per Altinier. Dopo 5′ di recupero, tuttavia, il Padova riesce a difendere il risultato e a portare a casa il bottino pieno.

«Abbiamo giocato un buon primo tempo, che però è finito 1-0 per il Padova – analizza mister Albè nel dopo gara – Poi il loro 2-0, arrivato da un nostro errore colossale, ci ha messo ko dal punto di vista psicologico, non siamo riusciti a reagire per venticinque minuti e questo ha concesso al Padova di effettuare un pressing alto. Solo dopo il gol del 2-1 siamo riusciti ad avere una reazione»

GIANA ERMINIO-PADOVA 1-2

Giana Erminio: Sanchez, Perico, Solerio, Pinto, Polenghi (Capano 12′ st), Montesano, Rossini (Romanini 35′ st), Biraghi (Marotta 12′ st), Bruno, Perna, Augello. A disp: Dini, Sosio, Bonalumi, Brambilla, Sanzeni, Grauso, Marotta, Greselin, Capano, Romanini, Cogliati. Allenatore: Cesare Albè.

Padova: Petkovic, Dionisi, Favalli, Bucolo, Diniz, Fabiano, Ilari, Corti (Ramadani 20′ st), Altinier (Giandonato 40′ st), Neto Pereira, Petrilli (Bearzotti 35′ st). A disp: Favaro, Dell’Andrea, Anastasio, Niccolini, Ramadani, Giandonato, Bearzotti, Aperi, Turea, Cunico, Cucchiara. Allenatore: Giuseppe Pillon

Arbitro: Sig. Alessandro Meleleo di Casarano. Assistenti: Alessandro Colinucci di Cesena e Rodolfo Zambelli di Finale Emilia

Marcatori: Altinier 27′ pt, Neto Pereira 2′ st, Bruno 30′ st

Recupero: 1′ pt, 5′ st

Angoli: 3-3

Ammoniti: Perico 39′ pt, Dionisi 43′ pt, Neto Pereira 42′ st, Diniz 47′ st

Attachment

20151212_195853_resized