Il prossimo avversario: il Como

Il prossimo avversario: il Como

Sarà il Como il prossimo avversario della Giana Erminio, che gli uomini di mister Cesare Albè affronteranno in trasferta al Sinigaglia sabato alle 20.45, nell’anticipo dell’8ª giornata di campionato.

I precedenti

Neo promosso in Serie C dopo due anni di Serie D, il Como ha già affrontato la Giana Erminio nelle stagioni 2014/15 e 2016/17: nel mezzo un anno di Serie B per i lariani, categoria conquistata vincendo i playoff di Serie C, ma persa dopo una sola stagione. Nel 2014/15, l’anno d’esordio della Giana nel calcio professionistico, la gara di andata disputata il 27 settembre al Brianteo di Monza vide la vittoria per 1-0 dei biancazzurri contro gli ospiti guidati da mister Giovanni Colella, mentre al ritorno fu il Como ad imporsi con il medesimo risultato, ma sotto la guida di Carlo Sabatini. Al ritorno del Como in C nella stagione 2016/17, all’andata i lariani guidati da mister Fabio Gallo davanti al pubblico di Gorgonzola strapparono una netta vittoria 3-1, mentre al ritorno al Sinigaglia il risultato fu 1-1, il primo pareggio tra le due squadre. Al termine di quella stagione il Como, acquistato all’asta fallimentare da Akosua Puni Essien, non venne iscritto al successivo campionato di Serie C e dovette ripartire dai dilettanti, dove ha vinto il campionato scorso con il record di 89 punti.

Rosa rivoluzionata

Per affrontare il ritorno fra i professionisti il Como ha fatto scelte precise e mirate, poche conferme e tutte negli uomini chiave. Si è ripartiti da quell’Alessandro Gabrielloni che con i suoi 12 gol lo scorso anno (22 in un anno e mezzo) li ha trascinati in C. Scelta ripagata dalle 4 le reti già siglate in questo inizio di stagione. Al suo fianco si alternano il “cavallo di ritorno” Simone Ganz e Luca Miracoli. A centrocampo la conferma di Raggio Garibaldi e Bovolon e l’arrivo di uomini del calibro di Gatto, Celeghin e Alessio Iovine, ex dell’incontro. In difesa si è optato per uomini di esperienza: dalla Pro Vercelli è arrivato Crescenzi e dal Chievo Solini, che si non aggiunti a Sbardella e Toninelli. Completamente rinnovato il parco portieri, con l’esperienza di Davide Facchin a farla da padrona. Il modulo utilizzato dal confermatissimo Marco Banchini è il 3-5-2 che si affida alla velocità di Iovine e Peli sugli esterni.

Il Como 2019/20

Reduce da tre pareggi consecutivi (con Olbia, Arezzo e Pistoiese) e due precedenti sconfitte (con Renate e Monza), il Como era partito bene vincendo le prime due gare di campionato con la Pergolettese e il Gozzano. Risultati che gli stanno fruttando l’8° posto in classifica con 9 punti: 7 i gol fatti e 5 quelli subiti, ma di questi solo 2 sono stati segnati sul terreno dello Stadio Sinigaglia (contro la Pergolettese all’esordio in campionato), che tuttavia ha visto violata la propria porta in una sola occasione, nella sconfitta 1-0 inflitta dal Monza.

 

(photo credit pagina facebook Como calcio 1907)

Attachment