Robur Siena-Giana Erminio 1-2

Seconda giornata di campionato, prima in trasferta per gli uomini di Cesare Albè, che tornano da Siena con la prima vittoria in trasferta, la seconda consecutiva in campionato, che regala alla Giana il punteggio pieno in classifica.

Dopo la celebrazione dell’intitolazione della Curva Robur dello Stadio Artemio Franchi ad uno storico tifoso del Siena recentemente scomparso, Lorenzo Guasparri, la gara comincia con una breve fase di studio fra le due squadre. Al 2’ A. Marotta del Siena prova la prima conclusione in porta con un destro a giro, che finisce di poco a lato, ma la copertura di Viotti non mancava. Al 4’ è invece M. Marotta della Giana che prova la conclusione, su imboccata di Pinardi, ma il suo tiro-cross attraversa tutto lo specchio della porta e si spegne sul fondo. All’11’ primo corner in favore della Giana, per una deviazione in extremis di Panariello su Okyere, a pochi metri dalla porta; dal cross che ne deriva Perico di testa prova ad agganciare, ma il suo tiro non è preciso. Al 19’ arriva il primo angolo per i padroni di casa, in seguito ad una chiusura di Rocchi su Marotta A.: Greselin aggancia il tiro e rinvia allontanando il pericolo. Dopo 2’ secondo corner per il Siena, che con una mischia in area suscita qualche pericolo per la Giana, sempre con Marotta A., ma alla fine dell’azione la palla tra i piedi di Doninelli arriva tra le braccia di Viotti. Al 26’ Augello porta palla sulla fascia sinistra e appoggia per Okyere, che al volo gira di testa verso la porta, ma la palla finisce di poco oltre il secondo palo. Al 30’ Okyere approfitta di un varco sulla trequarti e passa palla all’accorrente M. Marotta, che aggancia il pallone ma viene disturbato da tre difensori senesi e il suo tiro risulta debole tra le braccia di Moschin. Al 32’ punizione da posizione centrale per la Giana: dai 25 metri Bruno calcia direttamente in porta e scavalca Moschin con una parabola perfetta all’angolino, dove il portiere di casa non può arrivare. E’ il gol del vantaggio per la Giana! Al 34’ punizione dalla sinistra per il Siena, palla in mezzo per la testa di Mendicino che gira in porta, ma Viotti blocca tra le mani. Al 39’ ancora avanti il Siena con Stankevicius, la cui rimessa lunga arriva sino in area piccola e viene respinta dai pugni di Viotti. Al 42’ grandissima occasione per la Giana, con Pinardi che lancia Okyere sulla destra e l’attaccante che lascia partire un tiro di potenza che Moschin respinge con una grandissima parata.

Si rientra in campo con gli stessi undici per parte e al 1’ c’è già un corner per i padroni di casa, con Castiglia dalla bandierina, ma Viotti in uscita salta e blocca. Il Siena in pressing guadagna il quarto corner in suo favore al 4’ e A. Marotta di testa, dal centro dell’area di rigore, ha l’occasione per pareggiare, ma la palla si spegne sul fondo. Al 7’ ancora A. Marotta che ci prova dalla distanza, ma la sua conclusione viene deviata in angolo di poco. Al 9’ mister Colella prova a dare una sferzata effettuando un doppio cambio: fuori Guerri e Panariello, dentro Gentile e Grillo. Al 18’ Solerio sventa in extremis una conclusione da pochi passi di Mendicino, servito da A. Marotta e devia in corner. Al 23’ terzo ed ultimo cambio per il Siena, con Vassalli al posto di Doninelli; primo cambio invece tra le file della Giana, con Chiarello che rileva Greselin. Al 25’ è capitan Mendicino a trovare il pareggio sugli sviluppi di un angolo, agganciando al volo e girando in porta un pallone rimesso in area da D’Ambrosio. Al 28’ Biraghi rileva Pinardi e un minuto più tardi è proprio lui a raccogliere il cross di Chiarello, con velo di Okyere e ad insaccare il gol del raddoppio. Al 35’ calcio di punizione per il Siena da posizione centrale, ma il tiro di A. Marotta si spegne sul fondo. Al 38’ un rasoterra insidioso di Castiglia da fuori area viene parato a terra da Viotti, con un attimo di anticipo su due giocatori di casa. Al 39’ ultimo cambio per mister Albè, che inserisce Perna al posto di Okyere. Al 44’ altra punizione da posizione pericolosa in favore del Siena, centrale, con Gentile sulla palla, ma il suo destro non inquadra lo specchio. Al 48’ punizione dalla trequarti per il Siena con Castiglia, che mette in mezzo per la testa di Mendicino, ma Viotti esce su tutti e con un miracolo agguanta il pallone e mette fine alla gara.

ROBUR SIENA-GIANA ERMINIO 1-2

Robur Siena: Moschin, Panariello (Grillo 9’ st), Ghinassi, Castiglia, Guerri (Gentile 9’ st), Mendicino, Marotta A., D’Ambrosio, Iapichino, Stankevicius, Doninelli (Vassalli 23’ st). A disp: Ivanov, Romagnoli, Rondanini, Gentile, Ventre, Bunino, Bordi, Masullo, Grillo, Saric, Vassallo, Terigi. Allenatore: Giovanni Colella

Giana Erminio: Viotti, Perico, Solerio, Rocchi, Pinardi (Biraghi 28’ st), Marotta M., Iovine, Greselin (Chiarello 23’ st), Bruno, Augello, Okyere (Perna 39’ st). A disp: Sanchez, Bonalumi, Sosio, Montesano, Chiarello, Pinto, Biraghi, Capano, Perna, Lella, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè

Direttore di gara: Signor Rupert Pashuku di Albano Laziale, assistito dai Signori Graziano Vitaloni di Ancona e Domenico Fontemurato della sezione di Roma 2.

Marcatori: Bruno 33’ st, Mendicino 25’ st, Biraghi 28’ st

Recupero: 0’ pt, 5’ st

Angoli: 7-3

Ammoniti: Greselin 13’ st, D’Ambrosio 14’ st

 

 

Attachment

IMG-20160904-WA0070