Coppa Italia Giana Erminio-Pavia 1-2

Giana-Pavia, gara valida per il Primo Turno della Fase Finale di Coppa Italia Lega Pro, arriva a distanza di una decina di giorni dalla gara giocata per l’8a giornata di campionato e decreta l’uscita dalla competizione della squadra di mister Albè.

Formazioni completamente rivisitate da entrambi i tecnici, che per questa gara hanno lasciato ampio spazio ai giovani e ai giocatori che hanno giocato meno sino ad ora. La fase di studio si protrae infatti per una decina di minuti, ma all’12’ la Giana conquista un calcio di punizione dal limite: sul pallone un inedito Montesano, che calcia direttamente in porta e beffa Fiory a fil di palo, portando in vantaggio i biancazzurri con il suo primo gol con la maglia biancazzurra. Botta e risposta e il Pavia pareggia al 20′ grazie al gol di Grbac, che raccoglie il cross corto di Anastasia e a pochi passi dalla linea di porta insacca alle spalle di Sanchez. Al 41′ mister Albè è costretto a sostituire Montesano per un colpo alla schiena rimediato qualche minuto prima e ad inserire Augello. Al 44′ secondo corner della gara in favore della Giana, con Augello che crossa in mezzo per la testa di Costa, che svetta su tutti ma manda di poco alto sopra la traversa.

Si riprende senza effettuare cambi e al 1′ la Giana guadagna un calcio di punizione dal limite destro: Augello batte in mezzo, ma la difesa ospite allontana. Prima occasione della ripresa al 17′, con Romanini che aggancia un bel passaggio di Cogliati, ma calcia alto. Non passa un minuto che Sanzeni appoggia per Capano, il quale colpisce in pieno il palo. Al 27′ punizione dalla trequarti per la Giana, con Augello che crossa per Romanini sulla destra, ma l’attaccante calcia alto. Alla mezz’ora spazio ai cambi da ambo le parti, con mister Albè che cambia in attacco inserendo Perna al posto di Romanini. Al 35′ raddoppio del Pavia con Anastasia, che aggancia un passaggio di Grbac disceso da centrocampo e con un diagonale batte Sanchez. Al 37′ punizione dal limite per la Giana, con Augello che calcia una parabola morbida che chiama Fiory all’uscita coi pugni. A questo punto mister Albè effettua il terzo ed ultimo cambio, sostituendo Capano con Rossini. Al 48′ bel tiro a giro di Bonanni dal limite, che va di poco oltre l’incrocio. Finisce qui e termina anche la corsa in Coppa Italia della Giana.

«Brambilla è stato quello che si è dimostrato il più pronto fra i giovani scesi oggi in campo, gli altri sono migliorati nel corso del secondo tempo – analizza Cesare Albè in sala stampa – anche se dispiace che tutti questi ragazzi trovino poco spazio durante le gare di campionato. Andare avanti in Coppa avrebbe significato dare continuità e i 90 minuti a tutti. Peccato per quel contropiede del Pavia, comunque tutti i nostri hanno dimostrato di essere riusciti a sbloccarsi nella ripresa, interpretata con la giusta personalità. Ci abbiamo creduto fino all’ultimo»

GIANA ERMINIO-PAVIA 1-2

Giana Erminio: Sanchez, Sosio, Montesano (Augello 41′ pt), Grauso, Costa, Polenghi, Sanzeni, Brambilla, Romanini (Perna 31′ st), Capano (Rossini 39′ st), Cogliati. A disp: Dini, Perico, Bonalumi, Solerio, Augello, Biraghi, Marotta, Pinto, Rossini, Greselin, Perna. Allenatore: Cesare Albè

Pavia: Fiory, Cristini, Sabato (Ghiringhelli 31′ st), Pavan, Marino, Biasi, Cardin (Bonanni 23′ st), Buongiorno (Del Sante 15′ st), Anastasia, Carraro, Grbac. A disp: Facchin, Siniscalchi, Abbate, Malomo, Ghiringhelli, Bonanni, Martin, Marchi A., La Camera, Del Sante, Cesarini, Ferretti. Allenatore: Michele Marcolini

Arbitro: Signor Lorenzo Maggioni di Lecco. Assistenti: Signori Fabio Tribelli di Castelfranco Veneto e Driss Abou Elkhayr di Conegliano.

Marcatori: Montesano 12′ pt, Grbac 19′ pt, Anastasia 36′ st

Recupero: 2′ pt, 4′ st

Angoli: 3-3

Ammoniti: Grauso 35′ pt, Marino 1′ st, Del Sante 28′ st, Bonanni 30′ st, Biasi 37′ st

Attachment

20151104_172951_resized