I nostri avversari: il Novara

Quinta in classifica con 14 punti in otto gare, frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, il Novara è la squadra che sarà ospitata dalla Giana Erminio nella prossima gara di campionato, in programma allo stadio Città di Gorgonzola domenica 13 ottobre alle ore 17.30 e valida per la 9ªgiornata di andata.

I precedenti e le statistiche

Sono due i precedenti fra Giana Erminio e Novara, che si sono incontrate nelle gare di andata e ritorno del campionato 2014/15, dove i piemontesi hanno sempre vinto: 3-1 all’andata al Brianteo di Monza e 2-0 al Silvio Piola di Novara, in una stagione che ha visto la squadra allora allenata da mister Toscano vincere il campionato da neoretrocessa dalla Serie B e ritrovare subito la serie cadetta. Dopo tre stagioni in B, il Novara retrocede e ritrova nuovamente in Serie C nella stagione 2018/19. Attualmente il Novara di mister Simone Banchieri è reduce dalla sconfitta in Coppa Italia Serie C di mercoledì 9 ottobre, dove l’Alessandria si è imposta 1-0 al termine di una gara in cui i novaresi hanno creato e sprecato molto, come una traversa colpita da Pinzauti e un rigore sbagliato da Gonzales; ma gli uomini di Banchieri provengono anche da un’altra sconfitta di misura in campionato in un altro derby, con la Pro Vercelli, che domenica scorsa in piena emergenza è riuscita a segnare in avvio e a fare una partita di resistenza e sofferenza, senza soccombere al pressing degli Azzurri. Prima di questa sconfitta, il cammino in campionato del Novara ha registrato due vittorie consecutive con Albinoleffe e Gozzano, due pareggi a reti bianche con Pergolettese e Pontedera, una netta vittoria 3-0 con il Lecco e una sconfitta 2-0 con il Monza, mentre l’esordio tra le mura amiche è stato vittorioso 2-0 con la Juventus U23. In trasferta l’andamento del Novara è assolutamente all’insegna dell’equilibrio in termini di risultati, con una vittoria, un pareggio e una sconfitta, mentre ha messo a segno solo 2 degli 8 gol segnati complessivamente e ne ha subiti 3 dei 4 totali.

Cambiamenti e aspettative

Il Novara della stagione 2019-2020 è stato profondamente rinnovato nella rosa e negli obiettivi. Una squadra giovane che possa crescere alla distanza con l’obiettivo di salvarsi senza soffrire. Lo si è capito fin dalla scelta del nuovo mister: Simone Banchieri, uno che con i giovani ha sempre fatto un ottimo lavoro. Dal San Mauro alla Canavese fino all’U16 del Novara che lo scorso anno ha vinto il titolo nazionale senza perdere una sola partita. Ecco allora tra i pali il figlio d’arte Gabriele Marchegiani, l’esperienza di Sbraga e Tartaglia al centro della difesa con i vari giovani ad alternarsi sulle fasce, giovani anche gli interni del centrocampo a 3 che ha in Tommaso Bianchi il suo punto di riferimento.  Il terminale offensivo del 4-3-2-1 è Bortolussi (arrivato dalla Lucchese) con Gonzales o Peralta o Schiavi o Piscitella dietro di lui. In Coppa è arrivata un’immeritata sconfitta con l’Alessandria, ma in campionato i blues stanno andando bene, nonostante il recente ko nel derby con la Pro Vercelli.

 

(photocredit pagina Facebook Novara Calcio)

Attachment

71637870_10157629226136692_4201614743007395840_n