I nostri avversari: la Pergolettese

I nostri avversari: la Pergolettese

Riapprodata in Serie C dopo 5 anni di assenza, la Pergolettese ha ottenuto la promozione dopo aver vinto lo spareggio con il Modena, squadra con la quale aveva terminato a parità di punti il girone D di serie D al termine della stagione 2018/19. L’avvio nella categoria professionistica non è stato però dei migliori per i gialloblù, che dopo aver rimediato due sconfitte nella fase eliminatoria di Coppa Italia, risultano attualmente l’unica squadra del girone A, insieme al Gubbio nel girone B e al Rende nel girone C, a non aver ancora centrato la vittoria. Fanalino di coda con 4 punti in classifica, la Pergolettese ha all’attivo i quattro pareggi con Pro Vercelli (0-0), Novara (0-0), Arezzo (1-1) e Pro Patria (1-1), mentre è reduce da tre sconfitte consecutive contro Robur Siena (0-1), Carrarese (3-0) e Renate (0-1). A dispetto dei 13 gol subiti, la squadra di Crema ha il peggior attacco del girone con soli 3 gol, segnati da tre giocatori diversi: Franchi, autore dell’ ultima rete nella sconfitta 2-1 con il Lecco del 25 settembre scorso, Bortoluz, che ha segnato su rigore contro l’Arezzo il 15 settembre e prima di lui Villa con la Pro Patria nel turno precedente. In trasferta, tuttavia, la Pergolettese ha maturato tre dei suoi quattro pareggi ed è uscita sconfitta solo due volte, sulle sei totali dall’inizio del campionato.

La Rosa. Un mix tra conferme e novità

Sono 9 i giocatori protagonisti della Promozione in Lega Pro che sono rimasti in gialloblù anche in questa stagione. Capitan Manzoni, con Muchetti e Panatti a centrocampo, i difensori Lucenti e Bakayoko e gli attaccanti Franchi, Morello, Russo e Bortoluz. Pochi però quelli che ad oggi sono riusciti a ritagliarsi un posto da titolare anche fra i professionisti. Infatti a mister Contini, che con la maglia della Pergolettese ha concluso la sua carriera da giocatore e iniziato quella da allenatore, sono stati dati diversi rinforzi di categoria. Si è puntato sull’esperienza, in difesa, di Michele Canini (ex Cagliari e Atalanta) e Mohamed Coly (anche lui con una lunga carriera tra serie B e C). A centrocampo si è puntato su Giovanni Sbrissa (l’acquisto più costoso del mercato del Pergo) e di Cristian  Agnelli con l’arrivo in corsa di Luca Belingheri. All’ex Cittadella Giancarlo Malcore e all’ex Catanzaro Nicola Ciccone sono state date le chiavi dell’attacco. Completamente rifatto il parco portieri con l’arrivo in prestito dalla Fiorentina di Simone Ghidotti, dal Livorno di Thomas Romboli e con l’acquisto dal Darfo di Simone Romeda. Il modulo più utilizzato è il 3-5-2 ma cambi in corsa ne sono stati fatti in più di una occasione.

Nessun precedente ufficiale

Quello che si giocherà mercoledì 23 ottobre allo Stadio Città di Gorgonzola sarà il primo incontro ufficiale tra Giana Erminio e Pergolettese, che si sono affrontate una sola volta in amichevole nella stagione 2017/18 al Centro Bortolotti di Crema, esattamente il 30 settembre 2017, durante i rispettivi turni di riposo del girone A di Serie C, dove militava la Giana e del girone B di Serie D, dove stazionava la Pergolettese. Finì 2-1 per i padroni di casa (Rossi, Pizza e Bruno per la Giana), che in porta schieravano l’attuale portiere biancazzurro Riccardo Leoni, approdato a Gorgonzola la stagione successiva.

Attachment

73317725_2253652474761936_4048939848319369216_n