L’amichevole con il Brescia finisce 2-0

Termina esattamente come l’anno scorso l’amichevole della Giana con il Brescia che ad Ospitaletto perde 2 a 0 subendo un gol per tempo. Un primo tempo che vede le rondinelle padrone più intraprendenti e vicine al gol in un paio di occasioni una ripresa che avrebbe potuto premiare un po’ di più i biancazzurri che con Perico colpiscono una traversa. Nei primi 45’ occhi puntati sul neoacquisto Cattaneo che all’11’ scende sulla sinistra e crossa in mezzo, il colpo di testa di Cortesi trova Sanchez sulla traiettoria. Al 13’ ancora Cortesi pericoloso, cerca la conclusione all’incrocio che, complice una deviazione esce di poco. Al 14’ Fabio Perna va in gol, ma un attimo prima che la palla entri l’arbitro fischia un fuorigioco millimetrico. Al 23’ bella conclusione di Ferrante dal limite, Sanchez s’allunga e devia a lato. Al 32’ una combinazione tutta di prima Marotta, Bruno, Chiarello porta il numero 4 della Giana alla conclusione, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Doppio pericolo per la porta di Sanchez al 34’ prima Cortesi e poi Ferrante si vedono ribattere le rispettive conclusioni a pochi passi dalla porta. Al 37’ il Brescia passa in vantaggio, cross di Ndoj dalla sinistra, controllo in mezzo all’area di Cortesi che gira a rete e, complice anche una deviazione, mette in gol. Allo scadere del primo tempo Concina mette in rete una punizione dalla destra di Pinardi, ma anche in questa occasione l’arbitro annulla per fuorigioco.

 

Nella ripresa la Giana cambia 8/11 mentre il Brescia effettua solo qualche cambio. Dopo 2’ subito un’occasione per la Giana, Chiarello ruba palla e serve al limite Perna che cerca il pallonetto ma non trova la porta. All’11’ Giana in contropiede, Iovine dal limite impegna Gagno costretto a mettere in angolo. Al 13’ arbitro eccessivamente severo con Edoardo Lancini espulso direttamente per un fallo su Pinto. La Giana con l’uomo in più alza il proprio baricentro e pressa costringendo il Brescia a difendersi. Al 18’ Perico colpisce la traversa di testa, la palla resta in campo e lo stesso Perico ci riprova ma la difesa delle rondinelle in qualche modo salva. Al 35’ l’arbitro pareggia i conti mandando negli spogliatoi Seck, anche qui la decisione è a dir poco discutibile. Ma la Giana poco dopo resta in 9, i crampi fermano Chiarello e mister Albè preferisce non rischiare nessun altro. In 9 contro 10 i biancazzurri pensano più che altro a non correre rischi aspettando il 90’.

Al 36’ il Brescia raddoppia, grande controllo in area e tiro di Torregrossa che s’infila sotto la traversa.

 

BRESCIA-GIANA Erminio 2-0

Marcatori: 37’ pt Cortesi, 36’ st Torregorssa

Brescia: (3-5-2) Gagno (dal 37’ st Festa); Prce, Somma (dal 1’ st Lancini E.), Coppolaro (dal 24’ st Somma); Coly (dal 24’ st Lancini N.), Cattaneo, Pinzi (dal 24’ st Magraviti), Ndoj E. (dal 1’ st Bisoli), Semprini (dal 33’ st Bertoli); Cortesi (dal 1’ st Torregrossa), Ferrante (24’ st Ndoj E. dal 39’ st Tonali). A disp.: Festa, Carminati, Lancini N., Bertoli, Tonali, Ndoj J., Camilli, Barezzani. Allenatore: Roberto Boscaglia.

 

Giana Erminio: (3-4-1-2): Sanchez (dal 1’ st Taliento); Sosio(dal 1’ st Perico), Rocchi (dal 1’ st Bonalumi), Concina (dal 1’ st Montesano); Sala (dal 1’ st Iovine), Pinardi (dal 1’ st Greselin), Marotta (dal 1’ st Pinto), Capano (dal 1’ st Seck); Chiarello; Perna (17’ st Cogliati), Bruno (17’ st Caldirola). A disp: Viotti, Caldirola, Gullit, Cogliati. Allenatore: Cesare Albè.

 

Direttore di gara: signor Serra di Torino.

Assistenti: Lombardi di Brescia e Bresmes di Bergamo

Recupero: 0’ pt, 0’ st

Angoli: 5-1

Esplulso: 13’ st Lancini (B), 35’ st Seck (G)

 

 

Attachment

ajaxmail