LIVORNO-GIANA ERMINIO 2-1

LIVORNO-GIANA ERMINIO 2-1

Decima giornata di campionato disputata allo Stadio Armando Picchi contro la seconda forza del girone: non bastano due traverse colpite dalla Giana, 13 calci d’angolo e un gol annullato ad Okyere per battere i padroni di casa, che si impongono di misura.

Primo tempo 1-1, Iovine e Doumbia in 7’

Qualche attimo di studio e la gara entra nel vivo. Entro i primi 2’ Foglio crossa in mezzo per S. Bruno, ma la difesa amaranto anticipa; subito dopo A. Bruno lancia Doumbia da solo sulla destra di Sanchez, ma l’attaccante perde il tempo e viene chiuso dalla retroguardia biancazzurra. Al 16’ approfittando di una palla che rimbalza sull’arbitro, Vantaggiato dalla sinistra prova la conclusione, ma Sanchez blocca a terra. Al 19’ Montini lanciato da Vantaggiato viene fermato al limite dell’area da Montesano. Bella azione di contropiede della Giana al 22’, con Chiarello che recupera palla sulla sinistra e accentra per Marotta, il quale allarga a destra per Iovine, che però conclude alto sopra la traversa. Al 25’ Chiarello scende ancora sulla sinistra, ma la sua corsa viene fermata in corner. Al 27’ punizione centrale per la Giana: Pinardi calcia direttamente in porta, Pulidori blocca ma la palla gli scivola e va in angolo, il sesto battuto dalla Giana. Al 29’ altra punizione per la Giana dal limite, con Bruno che calcia contro la barriera e la palla carambola nuovamente in angolo. Al 30’ sul nono angolo calciato da Pinardi, Perico svetta di testa, ma Pulidori blocca tra le mani. Al 32’ grandissima occasione per la Giana, con Bruno che crossa al centro per Iovine, il quale conclude con un tiro che si stampa in pieno sull’incrocio dei pali. Ma al 33’ Iovine non sbaglia: Pinardi con un lancio lunghissimo va a pescare il numero 5 biancazzurro, che punta Pulidori e insacca il gol del vantaggio. Al 37’ ci prova Morelli dalla destra con un tiro cross, ma Sanchez in uscita blocca. Al 40’ ecco il pareggio del Livorno: Franco sulla sinistra, dopo aver raccolto un cross dalla destra, mette in mezzo per Doumbia che riesce ad infilarsi e a calciare in porta da distanza ravvicinata; Sanchez sfiora il pallone, ma non lo trattiene.

Secondo tempo 2-1, Murilo e un gol annullato alla Giana

Doppio cambio per il Livorno al rientro dagli spogliatoi: esce A. Bruno ed entra Giandonato, esce Montini ed entra Maiorino. Gli amaranto partono subito forte e il neoentrato Maiorino si fa vedere con un bel cross per Doumbia, che però viene sventato. Al 5’ il Livorno guadagna il primo corner della gara, battuto corto per Franco, che calcia in porta, ma Sanchez esce e blocca. Al 9’ occasione per il Livorno al termine di un’azione insistita, dove la palla rimane in area e viene agganciata da Vantaggiato, che appoggia a Valiani per la conclusione, ma Sanchez si supera e respinge; la palla viene poi ripresa da Luci che calcia dal limite, ma la palla termina a lato. Al 15’ bellissima azione corale della Giana, che termina con il cross di Iovine in mezzo per Marotta, che di testa sbatte sulla traversa. Al 18’ su angolo per la Giana calciato da Pinardi, Perico di testa conclude a rete, ma Pulidori para. Al 19’ altro doppio cambio per il Livorno: entrano Hadziosmanovic per Morelli e Murilo per Doumbia. Al 25’ gran tiro di Maiorino dalla destra che dà l’illusione del gol, ma la palla è fuori. Al 26’ ci prova Luci dal limite, ma la conclusione è fuori. Subito dopo c’è il primo cambio per la Giana, con Bardelloni che entra al posto di Bruno. Al 28’ Perna arriva in area e si gira per concludere, ma il suo tiro viene deviato sull’esterno della rete e in angolo. Al 30’ però è il Livorno a passare in vantaggio con Murilo, che su calcio d’angolo trova il guizzo vincente nella mischia in area e batte Sanchez. Al 36’ altro cambio amaranto: fuori Luci e dentro Gemmi. Al 38’ doppio cambio per la Giana: entrano Okyere – all’esordio in questo campionato – per Perna e Seck per Foglio. Al 41’ altro cambio, con Degeri che rileva Chiarello. Al 42’ gol di Okyere di testa, servito ottimamente da Iovine dalla destra, ma l’arbitro annulla per un fuorigioco quantomeno dubbio. Al 47’ ancora Okyere di punta, aggancia un passaggio di Marotta, ma conclude fuori di un soffio.

LIVORNO-GIANA ERMINIO 2-1

Livorno (4-2-3-1): Pulidori, Morelli (Hadziosmanovic 19’ st), Pirrello, Gasbarro, Franco, Bruno A. (Giandonato 1’ st), Luci (Gemmi 36’ st), Doumbia (Murilo 19’ st), Montini (Maiorino 1’ st), Valiani, Vantaggiato. A disp: Romboli, Gonnelli, Marchi, Borghese, Hadziosmanovic, Gemmi, Giandonato, Maiorino, Murilo, Ponce, Perez, Baumgartner. Allenatore: Andrea Sottil

Giana Erminio (4-4-1-1): Sanchez, Perico, Bonalumi, Montesano, Foglio (Seck 38’ st), Iovine, Pinardi, Marotta, Chiarello (Degeri 41’ st), Perna (Okyere 38’ st), Bruno S. (Bardelloni 26’ st). A disp: Taliento, Sosio, Rocchi, Concina, Degeri, Seck, Pinto, Capano, Greselin, Okyere, Caldirola, Bardelloni. Allenatore: Cesare Albè.

Direttore di gara: Signor Andrea Capone di Palermo. Assistenti: Signori Massimiliano Magri di Imperia e Christian Zanardi di Genova

Marcatori: Iovine 33’ pt, Doumbia 40’ pt, Murilo 30’ st

Recupero: 0’ pt, 3’ st

Angoli: 3-13

Ammoniti: nessuno

 

Attachment

livorno