Pro Patria-Giana Erminio 0-2

La dodicesima giornata di ritorno, giocata allo Stadio Speroni di Busto Arsizio contro la Pro Patria, frutta la sesta vittoria esterna per la Giana e tre punti importanti in chiave salvezza per la squadra di mister Albè.

Dopo una fase di studio e qualche tentativo di incursione da parte della Giana, oggi in tenuta rossa, il primo debola tiro in porta è di marca tigrotta con Degeri che prova il tiro da fuori, ma Paleari non ha problemi a bloccare. I padroni di casa alzano il pressing, affidando le incursioni in attacco all’esperto numero dieci Santana, ma al 19′ un calcio di punizione in favore della Giana, calciato da Biraghi dai 35 metri, trova la testa di Polenghi a cercare la porta per la prima occasione di marca ospite, ma il tiro è troppo debole per creare problemi a La Gorga. Al 38′ calcio di punizione per la Pro Patria: dai 30 metri Regeni cerca direttamente la porta, ma il suo tiro finisce ampiamente alto sopra la traversa. Sul ribaltamento di fronte è Perna che trova l’incursione dalla sinistra, fermata in uscita da La Gorga. Al 44′ Pinto recupera palla al limite dell’area e scaglia una staffilata in porta che sfiora il sette, ma che La Gorga devia nel quinto corner in favore biancazzurro. Dopo 1′ di recupero, un primo tempo avaro di emozioni si chiude a reti inviolate.

La ripresa si apre con gli stessi effettivi della prima frazione di gioco e al 2′ arriva il primo corner per i padroni di casa, ma Polenghi allontana di testa. Al 5′ primo cambio per la Pro Patria, con Ravasi che rileva Capua e all’8′ c’è anche il secondo, con Bastone che prende il posto di Degeri. La Giana alza il pressing e al 13′ Cogliati sfugge in contropiede, complice la scivolata a terra di Coppola e arrivato a tu per tu con il portiere, dribbla e insacca alle sue spalle per l’1-0 biancazzurro. La Pro Patria prova a reagire e al 18′ ci prova Santana con un destro dal limite dell’area, ma Paleari blocca a terra. Al 21′ ancora Santana protagonista, con un diaginale che impegna Paleari alla parata in due tempi. Al 24′ occasione ghiotta per la Giana, con Bruno che aggancia al volo un cross di Biraghi e scaglia in porta da pochi metri, ma La Gorga d’istinto respinge. Al 27′ doppio cambio per mister Albè che inserisce Rossini e Solerio al posto di Cogliati e Pinto, mentre i padroni di casa procedono al terzo ed ultimo cambio, con Filomeno che rileva Coppola. Al 36′ secondo corner della gara per la Pro Patria, con Pisani che aggancia di testa, ma manda di poco alto sopra la traversa. Al 37′ calcio di punizione per la Giana dalla trequarti, con Augello che crossa in mezzo e Perico che svetta di testa e insacca il gol del 2-0, conquistando da terzino la sua quinta rete stagionale. Al 42′ mister Albè fa spazio al classe ’98 Greselin, che prende il posto di Perna. Al 45′ corner per la Pro Patria, con Santana dalla bandierina che mette in mezzo e nuovamente Pisani che aggancia di testa, ma Paleari è pronto a bloccare tra le mani.

«Partita difficile e complicata, che mi ha fatto capire il perchè dell’ultima sconfitta della Pro Patria con l’Alessandria, solo un 1-0 maturato a 10′ dalla fine – commenta mister Albè in sala stampa – Ho visto una Pro Patria che oggi ha concesso veramente poco e che ha buone individualità; nella prima mezz’ora non riuscivamo a ragionare, sicuramente per demerito nostro ma nache per merito loro. Poi nella rirpesa siamo cresciuti e siamo riusciti a fare questi tre punti importanti. Le prossime due gare con Alessandria e Cremonese non saranno certamente facili, ma dobbiamo far punti a tutti i costi».

PRO PATRIA-GIANA ERMINIO 0-2

Pro Patria: La Gorga, Ferri, Possenti, Sampietro, Zaro, Pisani, Capua (Ravasi 5′ st), Degeri, Marra, Santana, Coppola (Filomeno 29′ st). A disp: Monzani, Taino, Vernocchi, Bastone, Vettraino, Guercilena, Filomeno, Ravasi. Allenatore: Luigi Alvardi.

Giana Erminio: Paleari, Perico, Augello, Marotta, Polenghi, Montesano, Pinto (Solerio 28′ st), Biraghi, Bruno, Perna (Greselin 42′ st), Cogliati (Rossini 28′ st). A disp: Sanchez, Sosio, Bonalumi, Solerio, Grauso, Sanzeni, Brambilla, Rossini, Greselin, Capano, Romanini, Gasbarroni. Allenatore: Cesare Albè

Direttore di gara: Signor Vittorio Di Gioia di Nola. Assistenti: Signori Patric Lenarduzzi di Merano e Gianluca Sartori di Padova.

Marcatori: Cogliati 13′ st, Perico 37′ st

Recupero: 1′ pt, 3′ st

Angoli: 3-5

Ammoniti: Santana 4′ st,

Attachment

20160402_173057_resized