Renate-Giana Erminio 2-2

Nella 12° giornata di campionato la Lega Pro ricorda Fatim, la giovane calciatrice della Nazionale femminile juniores del Gambia. Il Presidente Gabriele Gravina, ha disposto che i calciatori delle squadre di Lega Pro scendano in campo con il lutto al braccio, aderendo alla petizione lanciata da change.org, in occasione di tutte le gare in programma nei giorni 5-6-7 novembre, in ricordo della calciatrice Fatim Jawara, della Nazionale femminile juniores del Gambia, promessa del calcio che ha perso la vita, annegando nel Mediterraneo, nel tentativo di raggiungere l’Italia dalla Libia, il 27 ottobre scorso.

Renate-Giana Erminio scendono in campo nel tardo pomeriggio in una serata umida e fredda, con terreno di gioco particolarmente scivoloso. Al 1’ parte subito forte la Giana, con Ferrari che guadagna un pallone a centrocampo e con un cross perfetto lancia Chiarello, che dalla destra conclude fuori di pochissimo. All’8’ riparte il Renate con Marzeglia che appoggia per Palma, il quale con un traversone serve Napoli sulla sinistra, ma l’attaccante non calibra bene il tiro e la palla finisce sul fondo. Al 12’ gol del Renate con Marzeglia, che aggancia di testa un cross di Scaccabarozzi dalla destra e con uno stacco batte Viotti insaccando alle sue spalle. Al 19’ Pinardi è costretto ad uscire dal campo per un risentimento muscolare e viene sostituito da Biraghi. Al 20’ ci prova Perico, imbeccato da Ferrari, a concludere dal limite ma il suo tiro è centrale e Cincilla blocca tra le braccia. Al 31’ Giana vicino al pareggio con Bruno, che aggancia di testa un cross dalla destra di Perico e conclude fuori di pochissimo. Al 42’ è ancora Bruno di testa ad impegnare Cincilla, ma al 43’ l’occasione per i raddoppio è del Renate: grande parata di Viotti a mano aperta sotto la traversa su colpo di testa di Marzeglia, servito da Napoli.

Al rientro dagli spogliatoi mister Albè effettua il secondo cambio, inserendo Lella al posto di Ferrari. Al 4’ il Renate raddoppia con la doppietta di Marzeglia, che arrivando in area aggancia la palla servita da Napoli e scaglia di potenza in rete da distanza ravvicinata. Al 14’ ci prova Biraghi su punizione dalla destra, ma il suo tiro diretto in porta va oltre il sette. Al 17’ su calcio d’angolo battuto da Biraghi, Montesano cerca di svettare di testa, ma Cincilla esce con il pugno ed allontana il pallone. Al 22’ la Giana accorcia le distanze con Bruno, che aggancia di testa il cross di Iovine – ex di giornata – e batte Cincilla. La Giana guadagna morale e terreno e al 24’ una ribattuta della difesa avversaria viene agganciata al volo da Biraghi, che prova il tiro teso dalla distanza, ma di poco non inquadra lo specchio. Al 23’ primo cambio anche per mister Foschi, che richiama Pavan e inserisce Dragoni. Al 31’ Foschi cerca ulteriore copertura inserendo un altro difensore, Teso, al posto dell’attaccante Napoli. Al 32’ Giana vicino al pareggio con Lella, che marcato stretto da Malgrati riesce ad agganciare il pallone, a girarsi e tirare di potenza una palla sulla quale Cincilla si supera. Passa un minuto e Bruno con un gran tiro dalla distanza scheggia la traversa. Ultimo cambio per la Giana, con Perna che sostituisce Augello. Al 37’ ancora Marzeglia protagonista di testa, ma Viotti para a terra sulla linea di porta. Passano due minuti e anche il Renate procede all’ultimo cambio, con Santi che rileva Lavagnoli. Al 41’ ecco il meritato pareggio della Giana: su corner battuto da Iovine, Solerio svetta su tutti e insacca la sua prima rete stagionale. Al 44’ su punizione di Biraghi ribattuta dalla difesa nerazzurra, Chiarello al volo tira un bolide che scalda i guantoni a Cincilla.

 

RENATE-GIANA ERMINIO 2-2

Renate: Cincilla, Pavan (Dragoni 23’ st), Anghileri, Marzeglia, Malgrati, Lavagnoli (Santi 39’ st), Di Genanro, Vannucci, Napoli (Teso 31’ st), Palma, Scaccabarozzi. A disp: Merelli, Mora, Schettino, Teso, Stefanelli, Galli, Florian, Santi, Dragoni. Alleanatore: Luciano Foschi.

Giana Erminio: Viotti, Perico, Solerio, Chiarello, Pinardi (Biraghi 19’ pt), Marotta, Bruno, Augello (Perna 34’ st), Iovine, Montesano, Ferrari (Lella 1’ st). A disp: Sanchez, Greselin, Biraghi, Perna, Bonalumi, Okyere, Lella, Rocchi, Capano, Sosio. Allenatore: Cesare Albè.

Direttore di gara: Signor Matteo Gariglio di Pinerolo. Assistenti: Signori Luca Bianchini di Cesena e Enrico Montanari di Ancona.

Marcatori: Marzeglia 12’ pt e 4’ st, Bruno 22’ st, Solerio 41’ st

Recupero: 1’ pt, 3’ st

Angoli: 1-7

Ammoniti: Malgrati 8’ st, Di Gennaro 13’ st

 

Attachment

img_7819