Sudtirol-Giana Erminio 0-1

Giana Erminio sul campo dello Stadio Druso di Bolzano per Sudtirol-Giana, decima giornata di ritorno del campionato Lega Pro, giocata in un pomeriggio assolato e con una temperatura di venti gradi che si è chiusa con una vera impresa per la Giana: un rigore parato e la vittoria, ottenuta giocando in dieci uomini per oltre un tempo.

Due corner in succesione nei primi 3′ in favore del Sudtirol, che al 7′ i guadagna una punizione dai 30 m, calciata da Bandini: Paleari in uscita la sfiora deviando in angolo e sugli sviluppi Cia al volo prova la conclusione, che termina alta. All’8′ la prima vera occasione della gara è di marca Giana, con Marotta che da fuori area calcia un traversone per Bruno, che di testa aggancia e scaglia verso la porta difesa da Coser, ma la palla termina di un soffio oltre il secondo palo. Al 14′ punizione centrale dai 30 per il Sudtirol, con Furlan che scaglia direttamente in porta, ma Paleari para in due tempi. Al 23′ punizione per il Sudtirol da posizione pericolosa, un paio di metri fuori dall’area: Bandini cerca la porta e chiama Paleari al tuffo, per la deviazione in angolo. Ancora la Giana sotto il forcing dei padroni di casa al 25′, con Paleari chiamato alla doppia parata nel giro di pochi secondi. Al 33′ pericolosissima azione del Sudtirol, con Kirilov scatenato che sfugge sulla trequarti e lascia partire un destro che sfiora il primo palo. Al 35′ la Giana guadagna una punizione poco oltre il vertice di sinsitra e Augello con un tiro-cross mancino chiama Coser all’uscita coi pugni. Al 39′ decisione frettolosa dell’arbitro, che infligge la massima punizione alla Giana per un presunto intervento in area di Polenghi su Kirilov: il direttore di gara estrae il secondo giallo per Polenghi, che deve lasciare il campo anzitempo, mentre Kirilov s’incarica del tiro dal dischetto, ma un grande Paleari para e sventa il pericolo. Il primo tempo si chiude così senza reti.

Al rientro dagli spogliatoi mister Albè è costretto a cambiare modulo per far fronte all’uomo in meno, rinforzando la difesa e inserendo Bonalumi al posto di Bruno. Allo stesso tempo mister Stroppa sostituisce il difensore Tagliani con Fink. Incredibile al 4′, sul primo corner in favore della Giana, battuto da Augello, il neoentrato Bonalumi svetta di testa e insacca alle spalle di Coser portando in vantaggio gli uomini di Albè e trovando il suo primo gol stagionale. Al 5′ Spagnoli dalla sinistra trova l’inserimento e cerca la conclusione, ma Paleari è pronto a bloccare. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 9′ per il Sudtirol, Cia aggancia da posizione centrale e lascia partire un destro che Paleari blocca tra le mani. Il Sudtirol attacca a testa bassa e al 19′ è Bandini che trova un rasoterra insidioso, che Paleari blocca in due tempi. Al 27′ doppio cambio per mister Stroppa, che inserisce Bertoni al posto di capitan Furlan e Tait al posto di Tulli, esaurendo così i cambi a sua disposizione. Crovetto al 30′ sfugge alla difesa e dalla sinistra prova una conclsuione che si spegne a lato, Al 30′ secondo cambio anche per Cesare Albè, che richiama Grauso e inserisce Rossini. Al 39′ punizione per il Sudtirol dai 25 metri con Fink che prova il tiro, ma la palla si spegne sul fondo. Al 40′ Tait dal limite trova una conclusione di potenza dal limite dell’area, ma Paleari coi pugni repsinge. Terzo cambio per la Giana, con l’esordio del giovane Costa che entra in campo al posto del dolorante capitan Biraghi. Al 44′ tiro pericoloso e di potenza di Mladen, che Paleari alza sopra la traversa, chiudendo di fatto i giochi e blindando tre punti preziosissimi in chiave salvezza.

«Un’impresa vera e propria, contro una squadra con una qualità per la quale parla la classifica, che è sempre veritiera. Di bello c’è che nel calcio oltre alla tecnica e alla tattica occorrono anche altre qualità, come il cuore – commenta mister Cesare Albè a fine gara – e oggi i ragazzi ce l’hanno messo al cento per cento. Nel secondo tempo abbiamo fatto una partita difensiva, ma esemplare, dove non è stato concesso niente. Complimenti alla tenacia dei ragazzi!»

SÜDTIROL-GIANA ERMINIO 0-1

Sudtirol: Coser, Bandini, Bassoli, Tagliani (Fink 1′ st), Furlan (Bertoni 27′ st), Mladen, Crovetto, Cia, Spagnoli, Kirilov, Tulli (Tait 27′ st). A disp: Miori, Brugger, Sarzi Puttini, Bertoni, Girasole, Lima Gualco, Tait, Fink. Allenatore: Giovanni Stroppa

Giana Erminio: Paleari, Perico, Solerio, Marotta, Montesano, Polenghi, Grauso (Rossini 30′ st), Biraghi (Costa 87′ st), Bruno (Bonalumi 1′ st), Perna, Augello. A disp: Sanchez, Sosio, Costa, Bonalumi, Sanzeni, Rossini, Capano, Romanini, Cogliati. Allenatore: Cesare Albè

Direttore di gara: Signor Ilario Guida di Salerno. Assistenti: Nicola Badoer di castelfranco Veneto e Federico Polo Grillo di Pordenone.

Marcatori: Bonalumi 4′ st

Recupero: 1′ pt, 3′ st

Angoli: 12-4

Ammoniti: Polenghi 23′ e 39′ pt, Bertoni 32′ st, Bonalumi 38′ st, Perna 47′ st

Espulsi: Polenghi 39′ pt

Attachment

20160319_163257 (1)